Prossimi Eventi

Grave abolire la protezione speciale per i migranti e non risolve il problema di Via Cagni a Milano

Il Viceministro Molteni, oggi da Milano, conferma l’intenzione del Governo di abolire la protezione speciale.
L’istituto che ha consentito in questi anni a migliaia di immigrati di integrarsi e lavorare verrebbe abrogato, condannando all’illegalità e al sommerso tante persone, consegnandole alla clandestinità al mercato nero e allo sfruttamento.
L’abolizione della protezione speciale è una scelta contraria a ogni principio di umanità ma è una scelta che diventa ancor più grave per le ragioni portate a sostegno. La protezione speciale sarebbe la ragione che attrae gli immigrati in Italia.

Continua a leggere

Il 41 bis può essere difeso se rispetta la Costituzione

Articolo pubblicato da Il Riformista.

L’istituto del 41bis è stato ed è uno strumento fondamentale per la lotta alle mafie.
Impedire che i boss possano continuare a dirigere la propria organizzazione dal carcere, come avveniva in precedenza, continua ad essere una necessità se si vuole spezzare la catena di comando delle cosche.
Il 41bis è uno strumento che ha funzionato e funziona, che deve essere difeso e preservato ma, per farlo nel modo migliore, serve fare i conti con le osservazioni fatte recentemente dal Garante dei diritti dei detenuti.

Continua a leggere

Il rapporto sull'IPM Beccaria è una ferita

L’ennesima denuncia del Garante milanese del cattivo funzionamento dell’Istituto Beccaria è un’ulteriore ferita che colpisce un’istituzione che è stata a lungo un punto di riferimento tra gli istituti penitenziari minorili e un esempio per il rapporto positivo con la città.
I problemi di oggi hanno cause evidenti nei ritardi inaccettabili dei lavori di ristrutturazione e ampliamento ma, soprattutto, nella mancanza da molti anni di una direzione dedicata che garantisca la continuità di cui c’è bisogno per dare certezze e serenità agli operatori e ai tanti che portano avanti progetti nell’istituto e su di essi investono.

Continua a leggere

Clima, è necessario cambiare per costruire un futuro sostenibile

Articolo pubblicato su Green Report e Ecquologia.

Nei giorni scorsi, il gruppo intergovernativo di esperti sul cambiamento climatico (Ipcc) delle Nazioni Unite ha diffuso il rapporto annuale sul clima “The synthesis report”, in cui emerge la conferma del riscaldamento del pianeta che in pochi anni ha prodotto fenomeni calamitosi, dalla siccità fino alle inondazioni, tali da aumentare di 15 volte il numero delle vittime.
Il rapporto lancia un allarme e un avvertimento: o nei prossimi anni sarà contenuto un ulteriore aumento delle temperature o si rischia di produrre danni irreversibili.

Continua a leggere

Preoccupa un Codice che consente di affidare oltre il 90% degli appalti senza bandi e gare

Un codice degli appalti che consente di affidare senza bandi e senza gare oltre il 90% degli appalti pubblici preoccupa e spaventa.
Si lascia una discrezionalità totale per gli appalti fino a 150.000 euro, circa il 60% secondo ANAC, che vengono assegnati direttamente senza alcun obbligo di comparazione dei preventivi o altro.
Non serve né il bando né la gara per gli affidamenti sotto i 5 milioni dove con la procedura negoziata l’unico obbligo è invitare tra le 5 e le 10 aziende.

Continua a leggere

Grave che Salvini non promuova i mezzi pubblici

Oggi Salvini alla scuola di partito della Lega attacca Sala su area B e area C, spiegando che per andare al lavoro serve poter usare l’auto e che chi lo disincentiva penalizza i poveri. Ma che il Ministro dei Trasporti di questo Paese descriva l’uso dell’auto come indispensabile è grave e preoccupante.
Proprio chi dovrebbe investire e incentivare l’uso dei mezzi pubblici, fa il contrario.
Insomma, nella Regione tra le più inquinate d’Europa, Salvini non trova di meglio che promuovere l’uso delle auto inquinanti e accusare di classismo chi da anni fa concretamente per migliorare l’ambiente e la vita dei cittadini.

Continua a leggere

Si rischia un arretramento sui diritti nelle carceri

L’intervento di oggi del portavoce di Amnesty International sui rischi di un arretramento significativo sul tema dei diritti nelle carceri italiane è preoccupante ma purtroppo fondato.
Alle posizioni assurde e strumentali che ha tenuto la maggioranza sul tema delle madri e dei bambini in carcere va aggiunta la scelta di riportare in carcere chi durante tutta la pandemia ha lavorato fuori dal carcere, scegliendo di non prorogare i provvedimenti assunti col Covid che avevano funzionato, la scelta di restringere di nuovo le possibilità di comunicazione coi famigliari e il mancato investimento sulle pene alternative scelta qualificante della riforma Cartabia.

Continua a leggere

Le mafie sono insediate anche al Nord, si faccia partire la Commissione Antimafia

Ricordare le vittime di mafia in questa giornata significa rendere omaggio al sacrificio di tante e tanti che la mafia hanno combattuto e che hanno avuto il coraggio di non piegarsi.
Mobilitarsi contro le mafie che si sono insediate anche al Nord e che aggrediscono l’economia legale inquinando la nostra stessa democrazia, è necessario senza mai dimenticare che la mafia uccide.

Continua a leggere

La legalità nel quotidiano. L’eredità di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino a 30 anni dalle stragi di mafia



Intervento alla Festa della Schiranna - Varese (video). 

Leggi tutto

Sul Governo serve chiarezza: noi diciamo sì



Intervento in Aula al Senato durante la discussione sulle comunicazioni del Presidente del Consiglio Draghi (video).

Leggi tutto

E' giusto che la sede dell'Autorità Europea antiriciclaggio sia in Italia

Intervento in Aula al Senato, in dichiarazione di voto per il PD sulla mozione con cui si chiede che il Governo si attivi affinché la sede dell'agenzia europea per il contrasto al riciclaggio sia in Italia (video).

Leggi tutto

Bisogna continuare a combattere le mafie

Intervento introduttivo della sessione "Sviluppo, PNRR e legalità" all'Incontro Nazionale di AreaDem a Cortona (video).

Credo che in questi giorni a Cortona abbiamo affrontato molte questioni impegnative, che sono le questioni più rilevanti nell’agenda del Paese e non solo.

Leggi tutto

Iscrizione alla newsletter Franco Mirabelli

Accetto Informativa sulla privacy

© Franco Mirabelli 1960 ... 2022

Biografia in breve