Prossimi Eventi

Servirebbe unità nella lotta alle mafie ma la destra sceglie di dividere

Nel giorno in cui servirebbe un messaggio di unità nella lotta alle mafie nel ricordo del sacrificio di Falcone e della sua scorta, la maggioranza sceglie di fare una scelta divisiva in Commissione Parlamentare Antimafia, che indebolisce la Commissione stessa.
Si è preferito scegliere guardando agli interessi di partito anziché a quello di una istituzione come la Commissione Parlamentare Antimafia, che è patrimonio comune di chi combatte le mafie dentro e fuori dal Parlamento.

Il Governo intervenga per favorire il riutilizzo dei beni confiscati

Superare le criticità che ostacolano il riutilizzo dei beni confiscati alle mafie. E’ quanto ho chiesto al governo, con un’interrogazione a risposta urgente rivolta al ministro dell’Interno Matteo Piantedosi e sottoscritta anche dalla senatrice Enza Rando.
La Corte dei Conti ha di recente evidenziato, in una delibera del 2 maggio, preoccupanti criticità nel riutilizzo dei beni confiscati alla criminalità organizzata, individuando nella lunghezza dei procedimenti e nella ridotta disponibilità finanziaria dei Comuni e degli enti del terzo settore i principali ostacoli.

Continua a leggere

La Presidenza della Commissione Antimafia sia autorevole e senza ombre

 La lettera dei famigliari delle vittime delle mafie e del terrorismo lancia un allarme reale che il Parlamento, le forze politiche e, soprattutto, la maggioranza non possono ignorare.
La Commissione Parlamentare Antimafia se diventa, come sembra essere, oggetto della spartizione nella maggioranza rischia di essere svuotata nel momento in cui il suo ruolo sarebbe importante nella lotta alle mafie.
Serve una Presidenza autorevole, lontana da ogni ombra e all’altezza del compito e serve far partire al più presto il lavoro della Commissione.

Perché il Ministro Nordio dovrebbe occuparsi di più (e meglio) del carcere minorile Beccaria di Milano

Intervista di FanPage.

“Se non verrà trovato un direttore stabile, è difficile che al Beccaria la situazione possa migliorare”: è quanto ha detto a Fanpage.it, Franco Mirabelli, senatore del partito Democratico che ha presentato un’interrogazione parlamentare per chiedere al ministro della Giustizia di porre fine alle numerose criticità.
Da carcere modello a emblema dell'abbandono: è così che è stato apostrofato, nell'ultimo anno, l'istituto minorile di Milano Cesare Beccaria.

Continua a leggere

Il Pd è la casa dei riformisti

Intervista di Affaritaliani.

Il senatore Franco Mirabelli, in un'intervista ad Affaritaliani.it Milano, commenta le dimissioni di Cottarelli da parlamentare arrivate a pochi giorni di distanza dal passaggio di Borghi tra le fila di Italia Viva. L'economista, però, ha annunciato che non cambierà partito anche se ha ammesso di non sentirsi più a suo agio nel Pd di Elly Schlein.
Il rischio è che adesso cominci davvero la diaspora dei riformisti. Scenario che però Mirabelli respinge al mittente: "Noi siamo già la casa dei riformisti. L'identità plurale del Pd non è messa in discussione. Mi pare che le sue motivazioni non siano né prettamente politiche né legate all'esito del congresso del Pd.

Continua a leggere

Il Governo affronti il problema dell'Istituto Beccaria di Milano

Lo scorso aprile il Garante dei diritti delle persone private della libertà personale del Comune di Milano, Francesco Maisto, ha presentato un report sulla situazione in cui versa l'Istituto penale minorile Beccaria di Milano nel quale si evidenzia l'aggravarsi delle già precarie situazioni dell'istituto da dove, come noto, lo scorso Natale sono evasi 7 detenuti.
Come si legge nel report "la situazione giovanile è estremamente preoccupante e i ragazzi che arrivano hanno delle modalità relazionali molto aggressive, spesso con problematiche dovute non solo alla condotta ma anche legate all'uso di droga e problemi psichiatrici. Trovare posto in luoghi alternativi non è facile. Ad oggi ci sono sette provvedimenti di collocamento in comunità ma non si trovano i posti poiché le comunità rifiutano in tutta Italia".

Continua a leggere

La disperazione non è una colpa

Articolo pubblicato su Huffington Post, su Rivista Africa e su Quotidiano Sociale.

Il tema dell’immigrazione è stato da sempre una priorità per le forze politiche che oggi governano il Paese.
Di fronte ad un fenomeno epocale che porta con sé problemi e alimenta paure, la destra ha spiegato che l’avrebbe contrastato con blocchi navali inattuabili e interventi mirati a far capire alle persone in fuga da guerre, dittature e fame che da noi vivrebbero male.
Oggi che quelle forze sono al governo sono costrette a misurarsi con un fenomeno che, data la collocazione geografica del nostro Paese, non è possibile cancellare ma va governato.

Continua a leggere

Onorare la memoria di Pio La Torre migliorando l'utilizzo dei beni confiscati alle mafie

Articolo pubblicato da Il Dubbio.

Nel giorno del 41mo anniversario dell’omicidio di Pio La Torre, per onorare la sua figura e il suo lavoro, è doveroso e necessario fare il punto sulla gestione e l’utilizzo dei beni confiscati alle mafie che proprio lui aveva voluto fortemente.
L’ultima relazione della Commissione Antimafia aveva segnalato le difficoltà e i limiti della stessa Agenzia preposta a mettere a disposizione della collettività i beni confiscati alle mafie.

Continua a leggere

Migliaia di persone che vivono legalmente in Italia verranno condannate alla clandestinità

Oggi, dopo l‘approvazione del terribile decreto sull’immigrazione, il capogruppo della Lega in Senato festeggia dichiarando che ora si dovranno rimpatriare 40.000 persone.
Migliaia di persone che vivono legalmente e spesso lavorano in Italia, quindi, verranno condannate alla clandestinità.
Altro che integrazione!
Mentre quadruplicano gli sbarchi, anziché governare il fenomeno, la destra sceglie di affrontarlo solo dal punto di vista securitario, di produrre sempre più illegalità e, quindi, di scaricare sulle nostre città i problemi e disagi.

La legalità nel quotidiano. L’eredità di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino a 30 anni dalle stragi di mafia



Intervento alla Festa della Schiranna - Varese (video). 

Leggi tutto

Sul Governo serve chiarezza: noi diciamo sì



Intervento in Aula al Senato durante la discussione sulle comunicazioni del Presidente del Consiglio Draghi (video).

Leggi tutto

E' giusto che la sede dell'Autorità Europea antiriciclaggio sia in Italia

Intervento in Aula al Senato, in dichiarazione di voto per il PD sulla mozione con cui si chiede che il Governo si attivi affinché la sede dell'agenzia europea per il contrasto al riciclaggio sia in Italia (video).

Leggi tutto

Bisogna continuare a combattere le mafie

Intervento introduttivo della sessione "Sviluppo, PNRR e legalità" all'Incontro Nazionale di AreaDem a Cortona (video).

Credo che in questi giorni a Cortona abbiamo affrontato molte questioni impegnative, che sono le questioni più rilevanti nell’agenda del Paese e non solo.

Leggi tutto

Iscrizione alla newsletter Franco Mirabelli

Accetto Informativa sulla privacy

© Franco Mirabelli 1960 ... 2022

Biografia in breve