Alitalia dica come intende tutelare i lavoratori di Airport Handling

pubblicato il .

Questa mattina abbiamo presentato un’interrogazione ai Ministri dei Trasporti e dello Sviluppo Economico sulle condizioni dei lavoratori di Airport Handling che, oltre alle incognite legate al futuro e alla crisi del settore aeroportuale provocata dalla pandemia, non sono stati impiegati da Alitalia nei servizi di Linate perché la compagnia ha scelto di utilizzare lavoratori precari e a basso costo.
Ora che Alitalia è una società a partecipazione pubblica e i nuovi vertici sono stati nominati, chiediamo che sia aperto un tavolo con i sindacati e gli Enti Locali per chiedere ad Alitalia di affrontare la questione, assumendosi le proprie responsabilità.


Testo dell'interrogazione:

Interrogazione a risposta orale - Atto n. 3-02061 

Mirabelli, Nannicini

Ai Ministri delle Infrastrutture e dei Trasporti, dello Sviluppo Economico e del Lavoro e delle Politiche Sociali

Premesso che,

Inserire gli investimenti aeroportuali tra gli obiettivi prioritari delle linee guida del Recovery Plan

pubblicato il .

Nelle scorse settimane, con gli amministratori locali e le forza sociali del territorio, abbiamo preso un impegno: inserire gli investimenti aeroportuali tra gli obiettivi prioritari delle linee guida del Recovery Plan. Con il voto odierno del Senato questo impegno è stato mantenuto.
Oggi, infatti, palazzo Madama ha approvato le integrazioni alle linee guida del "Piano nazionale di ripresa e resilienza" proposte dal Governo per l'utilizzo del fondi straordinari ottenuti dalla Commissione Europea.
Il Parlamento ha così riconosciuto, all'interno del 'Piano nazionale', la fondamentale importanza delle infrastrutture aeroportuali per la mobilità aerea nel favorire lo sviluppo delle attività economiche, commerciali e turistiche del Paese e il loro impatto nell'ambito delle politiche per la tutela dell'ambiente, dell'efficientamento energetico, della digitalizzazione e dello sviluppo dell'intermodalità.
Questa è una buona notizia per gli aeroporti milanesi e lombardi.

Malpensa continuerà a vivere

pubblicato il .

Intervento a Radio Lombardia (video).

Che Alitalia abbandonasse Malpensa era una storia già scritta. Alitalia ha scelto come hub Fiumicino.
Oggettivamente non ha senso che ci siano due hub della stessa compagnia nel nostro Paese.
Continuo a pensare che per collocazione geografica, al Nord, quello di Malpensa fosse l’hub da privilegiare ma Malpensa continuerà a vivere anche con gli slot lasciati liberi da Alitalia e con le compagnie, anche low cost, che sempre di più si stanno collocando in quell’aeroporto.

Video»

Sulla TAV il Governo non ha una posizione chiara

pubblicato il .

Intervento a Sky (video).

Non credo che si arriverà ad una crisi di Governo. Si parla di uno scontro che è tutto mediatico, fatto dichiarazioni ma poi anche in questi giorni nelle Aule Parlamentari Lega e M5S hanno condiviso una mozione sulla TAV che hanno votato e che ancora non contiene una posizione chiara.
Si continua a dire che i 5 Stelle vogliono bloccare il Paese ma non ho ancora visto atti parlamentari o politici in cui la Lega si distanzi o dia un segnale diverso. Esattamente come è successo alla Camera dei Deputati, anche oggi al Senato, si è votato una mozione sulla TAV che di fatto tiene ancora tutto “a bagno maria” in nome del contratto di Governo e della verifica costi-benefici.
Penso che la crisi di questa maggioranza sia molto profonda, devo dire che la TAV è un aspetto ma i dati economici, che anche in questi giorni si stanno continuamente riproponendo, disegnano un futuro molto preoccupante verso cui ci sta portando questo Governo e sono ancora preoccupanti della TAV.