Di Maio sa che il PD sta crescendo

pubblicato il .

Leggiamo le dichiarazioni di Luigi Di Maio e comprendiamo le sue risposte scomposte e nervose.
Sa bene che la credibilità del suo movimento è ridotta a zero ed è consapevole che il M5S sta calando e il Pd, al Senato, è il primo partito.

Altro indagato, a M5s rimane solo incompetenza

pubblicato il .

Dopo i massoni, gli scrocconi e gli amici dei mafiosi, tra i candidati "eccellenti" del M5s compare anche l'imprenditore indagato per riciclaggio, Salvatore Caiata del Potenza Calcio.
Per noi tutti sono innocenti fino a sentenza definitiva, il problema è proprio dei grillini: archiviato lo slogan "onestà, onestà", caduti sulle candidature, bocciati sul programma non pervenuto, cosa è rimasto della cosiddetta diversità del M5s? Solo l'incompetenza.
Peccato, caro Di Maio, che a Palazzo Chigi non si vada a provare, ma a governare.

M5S sui rimborsi ha mentito agli italiani

pubblicato il .

Come se non bastassero tutti gli scandali di queste ore, leggiamo dalle agenzie di stampa che il Movimento 5 Stelle avrebbe anche sbagliato i conti nella vicenda rimborsopoli. Sembra infatti che a occuparsi delle centinaia di rendicontazioni sia stato un unico tecnico che avrebbe commesso degli errori. Vedremo l’evoluzione di questa vicenda nelle prossime ora ma adesso rimane un dato chiaro e cioè che i grillini hanno mentito agli italiani. Della restituzione di metà degli stipendi dei loro parlamentari il Movimento 5 Stelle ne aveva fatto una bandiera. Così non è stato. La verità è che a urlare ‘onestà’ e ‘trasparenza’ sono bravi tutti ma essere un partito vero, serio e credibile che ha l’aspirazione di governare il Paese, è tutta un’altra storia.

Da M5S solo opacità

pubblicato il .

Dopo Emanuele Dessì che balla con gli Spada e Catello Vitiello, candidato massone a Cinque stelle in Campania, ora rimborsopoli arriva a lambire esponenti di spicco del Movimento come Barbara Lezzi e Maurizio Bucarelli. Che fine ha fatto il detto che uno vale uno, se qualcuno vale più degli altri? Per il M5s non è un problema essere massoni? E che dire di questa farsa dei rimborsi? Opacità, scarsa trasparenza, regole da privilegiati solo per qualcuno: ecco il M5s di Di Maio.