Il contratto M5S-Lega è il libro dei sogni

pubblicato il .

Intervento a "Forte e Chiaro".

Nel contratto che M5S e Lega stanno scrivendo c’è ciò che queste due forze hanno proposto durante la campagna elettorale e su cui hanno raccolto il consenso ma penso che si rivelerà un libro dei sogni e farà del male al Paese. C’è anche una differenza fondamentale tra la campagna elettorale e i contratti che si stipulano tra forze politiche per il Governo: ora tutte queste proposte vanno finanziate.
Pensare di poter finanziare contemporaneamente il superamento degli squilibri della Legge Fornero, il Reddito di Cittadinanza, la flat tax e i 12 miliardi che servono per evitare che scattino le clausole di salvaguardia che porterebbero all’aumento dell’IVA chiedendo addirittura un condono alla BCE, con l’annullamento dei 250 miliardi i debito italiano, è un po’ preoccupante.
Sulla sostenibilità di questo contratto che sta venendo alla luce mantengo, quindi, seri dubbi.

Ingenuo stupirsi per il devastante contratto M5S-Lega

pubblicato il .

Mi pare che lo stupore che tanti stanno esprimendo per i contenuti del contratto di governo tra Lega e 5 stelle sia perlomeno ingenuo. Hanno scritto esattamente ciò che avevano, ognuno per proprio conto, scritto nei loro programmi e per cui i cittadini li hanno votati. Certo, la somma dei due programmi li rende ancora meno credibili e sostenibili per i costi inimmaginabili. Ma i contenuti antieuropei, la propaganda contro gli immigrati e gli effetti devastanti su bilancio e debito pubblico sono quelli che avevamo previsto e denunciato.

Stiamo andando verso un Governo che non farà il bene del Paese

pubblicato il .

Intervento a SkyTg24.

Il rapporto con Berlusconi è evidentemente un problema per il Governo che sta per nascere.
Gli esponenti di M5S continuano a spiegare che un punto fermo dell’accordo con la Lega sarà la legge anticorruzione ma è stata già fatta nella scorsa legislatura con l’astensione proprio del Movimento 5 Stelle -perché il testo non prevedeva la “figura dell’agente provocatore” - mentre il centrodestra (Lega compresa) ha votato contro definendo il provvedimento “liberticida”. Si continuano, quindi, a evocare titoli per ammansire il proprio elettorato però non c’è concretezza nelle proposte.
Quando si andranno a eleggere i Presidenti delle Commissioni parlamentari, in cui in alcuni casi è richiesto che siano figure dell’opposizione, vedremo cosa farà il centrodestra.

Verso un Governo Lega-M5S

pubblicato il .

Intervento in tv a Tagadà su La7.

È difficile che il Presidente della Repubblica abbia concesso 24 ore in più senza avere fondati motivi per pensare che un Governo politico Lega-M5S si possa fare e non pensare che l’ostacolo di Berlusconi nel frattempo sia stato rimosso. Abbiamo già i casi precedenti dei Governi Monti e Letta in cui la coalizione di centrodestra è rimasta insieme nonostante la Lega votasse contro e Forza Italia votasse a favore. Inoltre, oggi Di Maio ha dichiarato di non avere nulla contro Berlusconi ma che si tratta di un problema esclusivamente matematico perché è meglio gestire un’alleanza tra due partiti piuttosto che tra più partiti.
Mi pare, quindi, che tutto stia andando nella direzione di un Governo Lega-M5S.
Spero che nei prossimi giorni ci spieghino anche cosa intendono fare da subito per evitare che scattino le clausole di salvaguardia che farebbero aumentare l’IVA e cosa andranno a dire in Europa per difendere gli agricoltori da quanto prevede il nuovo Bilancio UE e per modificare il Trattato di Dublino.