La Lega è spregiudicata per allargare il consenso in Calabria

pubblicato il .

Intervista di Domani.

L’inchiesta pubblicata su Domani ha portato alla luce i contatti tra ‘ndrangheta e Lega in Calabria mentre si approssimano le elezioni nella regione. Franco Mirabelli senatore e capogruppo in commissione Antimafia del Pd ha chiesto che Salvini prenda provvedimenti e non solo nella regione del Sud: «Ho letto le intercettazioni, la magistratura farà le verifiche ma questo e altri episodi in campagna elettorale hanno dimostrato la presenza di pregiudicati e persone note alla magistratura ai comizi della Lega».
Per Mirabelli quella del Carroccio non è una dimenticanza incolpevole ma «faciloneria e spregiudicatezza per cercare di allargare al sud Italia il partito della Lega, senza fare le dovute verifiche e prendere le necessarie distanze da figure compromesse».
Adesso c’è un’esplicita definizione: voto di scambio. «Queste intercettazioni - prosegue - e i fatti di Latina fanno intravedere voto di scambio e rapporti con alcune figure come i Di Silvio» il clan della citta del Lazio feudo dell’ormai ex sottosegretario Claudio Durigon.

Vaccinarsi serve a chi lo fa e aiuta tutta la comunità a essere in sicurezza

pubblicato il .

Articolo pubblicato dal mensile Zona Nove.

La ripresa dopo la pausa estiva sarà ricca di appuntamenti ma, soprattutto, dopo due anni difficili segnati dalla pandemia e dall’incertezza, i prossimi mesi si presentano carichi di aspettative e di speranza. Gli sforzi e i sacrifici fatti da ognuno per rispettare le regole che ci hanno consentito di ridurre la diffusione del Covid e, soprattutto, la campagna vaccinale ci permettono di guardare al futuro con più ottimismo.
I dati di queste settimane sulla crescita economica del Paese e sull’occupazione ci dicono che non solo si può uscire dalla crisi ma che si può essere più ambiziosi, grazie ai soldi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza che l’Europa mette a disposizione e alle riforme che, finalmente, si stanno concretizzando su giustizia, fisco e ammortizzatori sociali.
Il post pandemia può diventare una straordinaria occasione non solo per ripartire ma anche per affrontare e risolvere temi che hanno ormai da decenni limitato lo sviluppo economico e sociale dell’Italia.

Riforma del Gioco ancora in bilico

pubblicato il .

Intervista di PressGiochi.

Franco Mirabelli, senatore del Partito Democratico, componente della Commissione d’inchiesta sul gioco che in passato era stato promotore di un disegno di legge che rappresentava un vero e proprio progetto di riforma del settore giochi.
La Commissione di cui lei fa parte non ha ancora iniziato i suoi lavori, ma dovrete riunirvi a breve. Pensa che potrete gettare le basi per una riforma del settore?
“Purtroppo, commissione d’inchiesta e riforma del settore sono due cose separate. Anche quando abbiamo votato la legge che la istituiva, ho dichiarato che secondo me non potrà avere molto peso. Certo, dobbiamo ancora riunirci e capire che indirizzo il presidente intende dare ai lavori, ma non mi aspetto molto”.
Anche se non è l’obiettivo dichiarato, studiare i problemi che si manifestano nel gioco, legale e illegale, può dare le indicazioni per creare nuove regole, non crede?

La Lega non può stare al Governo ed esprimere una linea contraria all’esecutivo

pubblicato il .

Intervista di INews24.

La possibilità di imporre l’obbligo vaccinale sta evidenziando in modo più o meno palese le diverse opinioni nella maggioranza che sostiene il Governo. Ma ci si può davvero dividere su un tema così importante e in un momento così fondamentale per il contrasto alla pandemia?
“La logica vorrebbe che a questa domanda si rispondesse di no. È evidente che siamo tutti impegnati nel sostenere un governo che ha fatto della lotta alla pandemia la sua priorità e uno degli elementi della sua stessa esistenza. La scelta da parte dell’esecutivo è stata chiara fin dall’inizio, ovvero quella di lavorare per poter vaccinare più gente possibile e tutelare le persone stabilendo l’uso del Green pass. Trovo assolutamente incomprensibile una posizione diversa da parte di forze della maggioranza che, non solo hanno condiviso fino adesso le scelte del governo sulla vaccinazione, ma che hanno anche contribuito a dar vita ad un governo che come dicevo prima, proprio su questo tema ha fatto una delle proprie ragioni di essere”.