Coraggio Italia è un interlocutore

pubblicato il .

Intervista di Affaritaliani.

"E' il segno che si sta entrando in una fase di frammentazione del centrodestra. Siamo in una fase di evidente difficoltà di Forza Italia che si traduce in diverse fratture che si sono susseguite in questi mesi, soprattutto a livello parlamentare e oggi anche sul fronte di importanti amministratori locali. L'area del centro si sta riorganizzando". Con queste parole il vice-capogruppo del Pd al Senato Franco Mirabelli commenta con Affaritaliani.it la nascita di Coraggio Italia.
"Il nuovo gruppo/partito di Toti e Brugnaro può sicuramente essere un interlocutore del Pd, anche a livello di governo, ma non dipende da noi. Sarà importante capire se Coraggio Italia farà come Forza Italia nell'ultimo periodo, aderendo incondizionatamente al centrodestra trainato da Salvini o se, ad esempio, sull'Europa saprà distinguersi in maniera concreta e fattiva".
In che modo? "Oggi Forza Italia ha scelto un rapporto stretto con un centrodestra guidato da forze antieuropeiste e sovraniste senza metterle in discussione. Vedremo se questa nuova formazione politica avrà invece la forza di imporre una dialettica maggiore senza accettare di sottostare a una leadership estremista, sovranista e antieuropeista", spiega Mirabelli.
Quanto alle voci che vedono la ministra Gelmini impegnata a costruire una corrente di sinistra in FI che poi si allei con il Pd, il vice-capogruppo Dem a Palazzo Madama afferma: "E' in atto un'evoluzione di Forza Italia imposta dall'indebolimento della leadership di Berlusconi. E' chiaro che come Pd siamo molto interessati ad una interlocuzione con forze di centro che non siano schiacciate dalla leadership di Lega e FDI disposte ad un confronto sul merito dei problemi che l’Italia ha davanti. Sarebbe importante in questo Paese avere un centro europeista e indipendente. Prendiamo ad esempio la discussione sui diritti civili: in Forza Italia ci sono realtà molto sensibili che provengono dalla tradizione liberale e che sono su questo versante molto più affini a noi che non alla Lega e a Fratelli d'Italia. Se si avviassero processi politici di questo tipo - conclude Mirabelli - saremmo molto interessati ad un confronto. Non so quali siano le intenzioni politiche di Gelmini o se ci siano operazioni in corso, ma sicuramente il Pd è interessato a interloquire con un centro autonomo dalla destra specialmente su Europa e diritti civili".


Pin It

Nascondi modulo commenti

 10000 Caratteri rimanenti

Antispam Aggiorna immagine Case sensitive