Il settore dei giochi ha bisogno di un riordino

pubblicato il .

Intervento alla trasmissione "La Radio ne parla" (video).

Giustamente il gioco resta una riserva statale, negli anni si sono moltiplicati i diversi provvedimenti riguardanti il settore – anche in relazione alle diverse Leggi di Stabilità – senza un’organicità. Ci sono momenti in cui si è cambiata drasticamente l’offerta di gioco sul territorio. Il momento in cui si è scelto di consentire l’apertura delle slot con premi in denaro nei locali pubblici ha segnato una svolta, tra l’altro senza pensare ad una regolamentazione adeguata. In quel momento è venuta meno la separazione che i luoghi dedicati al gioco costituivano.
A mio avviso, oggi c’è bisogno di una legge di riordino complessivo. Lo testimonia anche la vicenda della sanatoria. L’idea alla base della sanatoria era quella di fare emergere il gioco illegale ma evidentemente serve creare le condizioni affinché il gioco illegale sia contrastato meglio. Oggi le pene per chi pratica gioco illegale sono irrisorie e i sistemi di controllo rispetto a chi compone le società concessionarie e i gestori anche in merito ai possibili rapporti con la criminalità sono eccessivamente blandi.

PD, Mirabelli alle prese con il rebus delle Primarie

pubblicato il .

Articolo di Lia Peluso per Il Mattino edizione Caserta (file PDF).

Il Commissario incassa la disponibilità di tutti i protagonisti a cercare il «nome condiviso».
È stata una giornata piena di appuntamenti per il Commissario Provinciale del Partito Democratico Franco Mirabelli. Gli incontri sono iniziati ieri mattina a Caserta prima con la coordinatrice del Circolo Cira Napoletano, poi con i quattro candidati alle primarie: Carlo Marino, Enzo Battarra, Andrea Boccagna, Enrico Tresca ed il Presidente del Comitato per le Primarie Franco De Michele.
Sono stati confronti separati nel corso dei quali ognuno ha rappresentato la situazione dal proprio punto di vista ed il Commissario si è limitato, per il momento, ad ascoltare, anche se la sua missione – come aveva già anticipato attraverso Il Mattino e lo ha confermato anche ieri – è non solo quella di dirimere la controversia che è insorta a Caserta ma è di portare a casa la vittoria alle elezioni amministrative non solo nel capoluogo.

Primo giorno a Caserta

pubblicato il .

Sintesi a cura dell'ANSA della prima giornata di lavoro e di incontri a Caserta.

La data del 20 marzo per le primarie del Pd a Caserta sarà confermata ma solo a condizione che l'assemblea degli iscritti convocata per giovedì prossimo non individui una soluzione "condivisa da tutti", ovvero una candidatura "unitaria". E' quanto emerso dagli incontri che il senatore milanese del Pd Franco Mirabelli ha avuto oggi nel capoluogo, in qualità di commissario provinciale del partito, con i quattro candidati Enzo Battarra, Enrico Tresca, Andrea Boccagna e Carlo Marino, visti separatamente.
"L'orientamento è di cercare con il pieno coinvolgimento di tutti i candidati una soluzione condivisa - dice Mirabelli in serata - e oggi, al termine degli incontri, sono ottimista, in quanto ho riscontrato in tutti un forte senso di responsabilità. C'è la convinzione che si possa vincere a Caserta e la priorità è quella di creare le condizioni per farlo. Giovedì – aggiunge Mirabelli - si riunirà l'assemblea degli iscritti della città e in quella sede proporremo un percorso e chiederemo se c'è accordo alla ricerca di una candidatura unitaria e prestigiosa che possa costruire alleanze per vincere. Il punto su cui comunque siamo tutti d'accordo è quello della discontinuità netta e chiara rispetto alla scorsa amministrazione".

Nel casertano per il week end

pubblicato il .

Domani e domenica sarò a Caserta per incontrare i rappresentanti istituzionali del Pd e coloro che si sono candidati alle primarie per il Comune nella città. Lavoreremo insieme per mettere il Pd casertano nelle condizioni di affrontare al meglio tutte le elezioni amministrative della prossima tornata. Cercherò di dare una mano avendo come obiettivo principale quello di superare le difficoltà e soprattutto di creare le condizioni migliori per vincere le elezioni. Domenica incontrerò i segretari dei circoli dei comuni che vanno al voto e andrò ad Aversa, dove si svolgeranno le primarie per scegliere il candidato sindaco del Pd.

[Fonte: ANSA]