Il tunnel sotto la città

pubblicato il .

In questi anni Milano si è sviluppata in maniera disordinata, è mancata una idea di città, è mancato un governo del territorio capace di individuare i bisogni e gli obbiettivi in funzione del miglioramento della qualità della vita di chi la abita ed è mancata la capacità di investire sul suo futuro sociale, economico, ambientale
Si è governato senza una visione d’insieme e senza una capacità dell’Amministrazione di produrre progettualità. 
Così si sono riutilizzati pezzi interi del territorio milanese, penso soprattutto alle aree dismesse, senza che ci fosse quella necessaria regia per garantire un livello adeguato insieme di servizi, trasporti, opportunità economiche ed occupazionali e offerte abitative adeguate alle diverse domande e alle diverse condizioni di reddito. 

INTERVISTA SUGLI ELICOTTERI AL PARCO NORD

pubblicato il .

noelicotterismallFranco Mirabelli, la Giunta Formigoni ha intenzione di fare un bel regalo ai cittadini dei nostri quartieri e dei Comuni del nord Milano: un sistema di eliporti per collegare Milano a Malpensa, Expo e altre località. Ci spieghi con chiarezza e sinteticità i termini della questione?
La regione lombardia ha sposato il progetto contenuto in uno studio commissionato dalla Agusta che si propone di collegare Milano a Malpensa, Mantova, Torino e Venezia con gli elicotteri. Un piano che prevede un eliporto davanti alla stazione Garibaldi, uno sopra il nuovo Palazzo della Regione e, soprattutto, prevede che tutti gli elicotteri atterrino e partano dall’aereoporto civile di Bresso, cioè dal Parco Nord, dove dovrebbero stazionare e dove vorrebbero realizzare il centro di manutenzione e di rifornimento. Così si potrebbe, dicono i promotori garantire un rapido spostamento a Malpensa per chi se lo può permettere. Il dato però è che tutte queste stazioni sarebbero collocate in luoghi fortemente urbanizzati e creerebbero grandi problemi a chi vi abita. Per questo abbiamo assunto l’iniziativa.