Le sale da gioco devono avere gli stessi diritti, ma anche le stesse limitazioni, di qualunque altra attività

pubblicato il .

Dichiarazioni fatte a margine della manifestazione degli operatori del settore del gioco.

Le sale da gioco devono avere gli stessi diritti, ma anche le stesse limitazioni, di qualunque altra attività - “Sarei ipocrita se dicessi se e quando le sale da gioco possono riaprire. Per queste attività è esattamente come per tutte le altre che sono state chiuse. Il punto è che queste imprese garantiscono la legalità del gioco e pertanto devono essere garantite come tutte le altre imprese. Ma devono avere anche lo stesso trattamento delle altre imprese che in questi mesi sono state chiuse per il lockdown”. Lo ha detto a Agimeg il sen. Franco Mirabelli (PD) a margine della manifestazione dei lavoratori del gioco che si sta svolgendo a Roma (video della dichiarazione). “Ci può essere un pregiudizio nei confronti di queste imprese, che io credo sia sbagliato, ma si tratta di attività legali. Il gioco legale serve anche per combattere la criminalità”. E ancora, “Oltre alla questione della cassaintegrazione, che mi pare si sia risolta, c’è quello dei ristori che mi pare più serio”.

"Impegno su ristori e cassa integrazione" - Così Franco Mirabelli, senatore del Pd a GiocoNews: “Bisogna ripartire al più presto. Il quando non dipende dal Governo e dalla politica ma da come la pandemia si svilupperà. Non sono sicuro, quindi, sui tempi ma credo che la battaglia vera da fare oggi è quella di riconoscere che c’è un settore di imprese e lavoratori e lavoratrici che vanno tutelati. Io mi prendo un impegno e un’assunzione di responsabilità su questo. La politica deve dare delle risposte possibili adesso e va fatta una battaglia per i ristori e la cassa integrazione”.

Il settore ha la stessa dignità degli altri, merita lo stesso trattamento - "Bisogna ripartire al più presto. Il quando non dipende dalla politica, ma da come si svilupperà la pandemia. Sono sicuro che la battaglia vera da fare è riconoscere che c'è un settore di imprese che hanno la stessa dignità degli altri e che devono avere lo stesso trattamento". Lo ha dichiarato Franco Mirabelli, senatore PD, ad Agripronews, alla manifestazione indetta dal settore del gioco, a Roma. "Molti hanno ricevuto ristori e cassa integrazione, ma la battaglia che dovremo fare è quella di dare molti più soldi a questo settore che è stato penalizzato", ha concluso Mirabelli.

Il gioco deve ripartire al più presto - “Bisogna ripartire al più presto, il quando non dipende dal Governo, ma da come la pandemia si svilupperà. Di una cosa sono sicuro, la battaglia vera che dobbiamo fare oggi. “Bisogna ripartire al più presto, il quando non dipende dal Governo, ma da come la pandemia si svilupperà. Di una cosa sono sicuro, la battaglia vera che dobbiamo fare oggi è quella di riconoscere che esiste un settore che ha la stessa dignità degli altri e deve essere trattato come gli altri. Ci sono molte imprese che hanno ricevuto ristori e cassa integrazione e l’obiettivo sarà darne di più a questo settore che è stato sicuramente penalizzato. Avete ragione su tutto, la cosa importante è avere delle risposte e la politica deve fornire risposte possibili ora”. Lo ha dichiarato il sen. Franco Mirabelli del Pd intervenendo alla manifestazione a Roma. [PressGiochi]

Queste imprese hanno diritto a ristori come tutte le altre. Serve riordino per dare tranquillità e chiarezza - “Spero ci siano le condizioni per riaprire tutte le attività chiuse al più presto, in sicurezza, però dipende dalla pandemia. La cassa integrazione ha garantito il reddito a tanti lavoratori di questo settore. Il punto è che queste imprese, che vanno considerate come tutte le altre che hanno chiuso, non hanno avuto i ristori, su questo bisogna provare a battagliare già a partire dal prossimo decreto. Può piacere o no, ma è gioco legale. Queste imprese hanno la stessa dignità e gli stessi diritti di tutte le altre. Anche queste cose dicono che serve un progetto di riordino, non si può mettere il comparto continuamente in fibrillazione da richieste fiscali o un clima generale che lo penalizza. Io sono per ridurre domanda e offerta, ma anche per dare tranquillità e chiarezza”. Lo ha detto il senatore del Pd, Franco Mirabelli intervenendo alla manifestazione del gioco legale in piazza del Popolo a Roma. [Jamma]

Pin It

Nascondi modulo commenti

 10000 Caratteri rimanenti

Antispam Aggiorna immagine Case sensitive