Il Pd valuta una Commissione di Inchiesta sulle violenze nelle carceri

pubblicato il .

L'idea è quella di proporre la costituzione di una commissione d'inchiesta in Parlamento che tratti non solo la vicenda a Santa Maria Capua a Vetere, ma tutte le violenze che si sono perpetrate nelle carceri italiane negli ultimi anni.
Ci stiamo pensando. E' una strada percorribile, occorre fare chiarezza.
In realtà un comitato che dovrebbe valutare tutte le problematiche dei penitenziari italiani è già stato istituito dalla Commissione Giustizia di palazzo Madama ma sarebbe necessaria una commissione d'inchiesta ad hoc che si occupi di queste situazioni.

Articolo della Stampa»

La maggioranza ha un guaio sulla legge sull'omotransfobia

pubblicato il .

Articolo pubblicato da Domani (file PDF).

La Lega si prepara a fare muro sulla Legge Zan in Commissione Giustizia al Senato. Tentando varie strade. La prima è pretendere di non affrontare «temi divisivi» per la maggioranza: «È come se noi volessimo riproporre i decreti Salvini», dice il capogruppo alla Camera Riccardo Molinari.
«Un'idea sbagliata, ed è un'umiliazione del Parlamento che ha tutto il diritto di votare una legge già approvata alla Camera», replica il capogruppo Pd in commissione Franco Mirabelli.
«Al primo ufficio di presidenza utile insisteremo», quello di martedì scorso è misteriosamente saltato, «e se il presidente Ostellari rimanderà la questione alla capigruppo, si affronterà in quella sede».
Sarà una prova di forza del nuovo Pd? «Non una prova di forza ma una prova di buonsenso», risponde Mirabelli.
 

Le sale da gioco devono avere gli stessi diritti, ma anche le stesse limitazioni, di qualunque altra attività

pubblicato il .

Dichiarazioni fatte a margine della manifestazione degli operatori del settore del gioco.

Le sale da gioco devono avere gli stessi diritti, ma anche le stesse limitazioni, di qualunque altra attività - “Sarei ipocrita se dicessi se e quando le sale da gioco possono riaprire. Per queste attività è esattamente come per tutte le altre che sono state chiuse. Il punto è che queste imprese garantiscono la legalità del gioco e pertanto devono essere garantite come tutte le altre imprese. Ma devono avere anche lo stesso trattamento delle altre imprese che in questi mesi sono state chiuse per il lockdown”. Lo ha detto a Agimeg il sen. Franco Mirabelli (PD) a margine della manifestazione dei lavoratori del gioco che si sta svolgendo a Roma (video della dichiarazione). “Ci può essere un pregiudizio nei confronti di queste imprese, che io credo sia sbagliato, ma si tratta di attività legali. Il gioco legale serve anche per combattere la criminalità”. E ancora, “Oltre alla questione della cassaintegrazione, che mi pare si sia risolta, c’è quello dei ristori che mi pare più serio”.