Non possiamo essere indifferenti

pubblicato il .

Intervento a Sant'Angelo Lodigiano alla Pietra di Inciampo in ricordo di Umberto Biancardi (video).

Oggi è la Giornata della Memoria e siamo ancora a ricordare - come ogni anno e come dovremo fare sempre - il sacrificio di chi, in nome della libertà, ha subito la vessazione di una deportazione ed è morto in campo di concentramento. Credo che dobbiamo ricordare che la libertà e la democrazia sono cose di una straordinaria importanza e che dobbiamo saperle difendere e conservare gelosamente e rispetto alle quali non dobbiamo essere in alcun modo indifferenti.
Ciò che è successo in quegli anni non si deve ripetere e, perché non si ripeta, dobbiamo sapere quello che è successo e saper vedere i segnali quando ci sono violazioni di diritti, delle libertà e della democrazia e dobbiamo essere pronti a reagire. L’indifferenza in questo caso diventa una cosa grave.
Gramsci, un grande del passato, diceva “Odio gli indifferenti” proprio perché forse molte delle tragedie che sono successe in quegli anni non sarebbero avvenute se ci fosse stata meno indifferenza, se ci fosse stata più voglia da parte di tutti di combattere insieme per la libertà e per la democrazia.
Onore a chi l’ha fatto e onore alle famiglie di chi lo ha fatto.

Lavoriamo fino alla fine per vincere

pubblicato il .

Intervento ad un incontro di campagna elettorale a San Lucido (video).

Sono contento di essere a San Lucido a sostenere la candidatura al Consiglio Regionale della Calabria di Domenico Bevacqua perché credo che sia giusto dare un riconoscimento a chi ha lavorato in questi anni, in condizioni difficili in una terra difficile e lo ha fatto nel modo giusto, cioè guardando all’interesse dei cittadini.
Penso che la Calabria abbia un grande potenziale da tanti punti di vista: è una terra con grandi bellezze e un patrimonio culturale straordinario, che in questi anni ha saputo esportare intelligenze che sono un riferimento in molti campi.
La Calabria, però, è una terra in cui purtroppo molte di queste energie e di queste risorse sono in qualche modo frustrate dalla criminalità organizzata.
Questo è un grande tema che non riguarda solo la Calabria ma è un problema nazionale e internazionale.
Sono stato una settimana in missione con la Commissione Antimafia negli Stati Uniti: abbiamo girato tutte le agenzie, l’FBI e di ‘ndrangheta si parla anche lì.
Sicuramente, però, la ‘ndrangheta in Calabria diventa un tappo.

Legalità e libertà

pubblicato il .

Intervento ad un incontro elettorale a Vibo Valentia

Pippo Callipo e Nino De Masi sono persone che la battaglia contro le mafie la fanno davvero da anni, e sono disposti a rischiare per i propri principi, per i propri valori, per le proprie idee.
C’è chi pensa che con la mafia si può convivere o che basta saperci convivere per non avere problemi.
In realtà le mafie tolgono la libertà: impediscono la libertà di lavorare, di fare impresa, di vivere senza condizionamenti e senza paura. Bisogna, quindi, reagire di fronte al tentativo e alla volontà delle mafie di togliere la libertà ai cittadini di questa bella terra, che ha grandi possibilità, grandi potenzialità, grandi bellezze e un patrimonio culturale enorme.
Dalla Calabria sono arrivate persone che, in diversi settori, sono diventate il riferimento non solo per il nostro Paese ma a livello internazionale.
Questa bella terra deve smettere di convivere con chi impedisce che tutto questo si sviluppi e impedisce la libertà.

Il PD è una bella comunità di persone che partecipano e lavorano sui territori per il Paese

pubblicato il .

Intervento al Circolo PD di Niguarda.

Servono momenti di incontro per ritrovarci, per dirci che ci siamo, per mostrare che il racconto della politica come avviene sui giornali o in televisione è diverso dalla realtà.
Ci sono le persone che partecipano, c’è un partito che sul territorio c’è e cerca faticosamente di lavorare.
C’è una bella comunità di persone che, contrariamente a quello che si dice, dedicano gratuitamente la propria militanza per migliorare le condizioni di vita del quartiere, della cooperativa e del Paese.
Questo ogni tanto dobbiamo ricordarcelo e ricordarlo agli altri perché altrimenti veniamo sempre travolti dall’idea che la politica è una cosa brutta, per cui bisogna tagliare il numero dei parlamentari e cancellare i finanziamenti mentre la politica è anche altro.
Il PD è il partito che rappresenta più di altri la buona politica.
Nel PD ci sono tante persone che dedicano il proprio tempo agli altri.
Facciamo questo: dedichiamo il nostro tempo a cercare di migliorare le condizioni di vita degli altri.
È stato un anno complicato.