La sicurezza in città

pubblicato il .

Intervento svolto a Bruzzano.

La senatrice Roberta Pinotti, già Ministra della Difesa è venuta a Milano a sostenere Beppe Sala e alcuni candidati della lista del PD; Beatrice Uguccioni è la candidata che, insieme a Marco Granelli, ha rappresentato il territorio del Municipio 9 al Consiglio Comunale; Mario Esposito è il capolista della lista PD al Consiglio di Municipio 9, a sostegno della candidata presidente Anita Pirovano che cerca di dare un contributo a questa zona perché torni al governo il centrosinistra. Ce n’è bisogno e lo vedevamo anche dal modo in cui è tenuto un luogo come Cassina Anna: è evidente che c’è bisogno di cambiare anche l’ordinaria amministrazione in Municipio, sia perché questo Municipio - come altri governati dal centrodestra - è ricco di eccellenze ma che però, per la disattenzione con cui viene governato, faticano a trasferirsi su chi abita in queste zone. Serve, invece, portare i propri valori anche sulle zone e incidere sulla qualità della vita di chi abita in queste zone.
Oggi affrontiamo un tema importante che è quello della sicurezza urbana e non è casuale.
La sicurezza non è un tema che appartiene alla destra.
La destra usa il tema della sicurezza per alimentare le paure, per cercare di costruirsi un consenso parlando alla pancia delle persone.
Noi ci occupiamo di sicurezza perché deve essere una priorità per l’amministrazione della città, sapendo che non basta dirlo, non basta elencare i problemi ma serve mettere in campo le condizioni per rendere le città e i quartieri più sicuri, non soltanto rispetto ai dati statistici dei reati ma anche creando posti in cui le persone si sentano più sicure, meno abbandonate e sentano le istituzioni più vicine.
La nostra chiave, quindi, è questa: dare sicurezza ai cittadini, migliorando la vita nei quartieri, sapendo che la sicurezza è un tema che riguarda noi, la sinistra, perché sono spesso le persone più deboli quelle più indifese e che più hanno bisogno che la politica agisca per garantire maggior sicurezza.

Video del primo intervento» 

È evidente che gli episodi di violenza durante la pandemia hanno avuto un po’ di escalation nella nostra città, in particolare quelli legati allo spaccio e alla droga.
Oggi stiamo affrontando una parte delle questioni che riguardano la sicurezza urbana, la sicurezza sui reati predatori ma non dobbiamo perdere di vista le priorità.
Nel Paese e anche in questa città, purtroppo, c’è anche il problema della criminalità organizzata e del tentativo della criminalità organizzata di penetrare nell’economia legale o di entrare nelle imprese per riciclare denaro e appropriarsi di qualche affare anche grazie al PNRR e, per fronteggiare questo, stiamo lavorando molto.
C’è anche il rischio che la criminalità organizzata si radichi nei quartieri e nei territori e su questo c’è bisogno di tenere alta l’attenzione.
Il Palazzetto dello Sport di Via Iseo, tra Affori e Bruzzano, più volte incendiato in questi anni è un monito a quanto avviene, così come gli incendi ai depositi di rifiuti. Su questo bisogna sempre tenere alta la guardia.
I reati predatori sono quelli che la gente vede di più e che soffre anche di più ma comunque non si può abbassare la guardia nei confronti della criminalità organizzata.

Video del secondo intervento» 

La propaganda della destra in materia di sicurezza si smonta se dimostriamo di saper affrontare i problemi, dando soluzioni e non semplicemente agitandoli.
Adesso mi pare comunque che anche su questo fronte la destra faccia un po’ più fatica a proporsi come rassicurante agli occhi dei cittadini.
C’è stata una fase lunga in cui usare il tema della sicurezza e alimentare paure era anche funzionale a accarezzare un sentimento di rabbia e tensione che c’era.
Da questo punto di vista, l’azione politica che hanno fatto tante amministrazioni e po’ anche nei mesi del lockdown hanno cambiato questa percezione, ridimensionando quelle paure di fronte ad un evento tragico come è stata la pandemia.
Questo non vuol dire che non ci riproveranno ma penso che abbiamo dimostrato che alcuni problemi si possono governare e, soprattutto, è diventato evidente che l’inganno della destra è quello della semplificazione mentre questi problemi non si risolvono con slogan: per dare sicurezza ai cittadini serve lavorare e farsi carico della complessità dei problemi.

Video della diretta» 



Pin It

Nascondi modulo commenti

 10000 Caratteri rimanenti

Antispam Aggiorna immagine Case sensitive