Savona a portata di futuro

pubblicato il .

Intervento all'incontro “Next Generation In Savona a portata di futuro” (video).

In queste settimane sto seguendo la politica savonese per la campagna elettorale e da una parte c’è un progetto rappresentato da Marco Russo, che è stato costruito nel tempo, ha unito tanti, non solo le forze politiche. Raramente, infatti, si vede un centrosinistra così unito come quello che c’è attorno a Marco Russo, per un progetto chiaro.
Il PNRR prevede molti soldi ma, per arrivare a Savona, ha bisogno che ci sia un’amministrazione che abbia dei progetti da proporre, che devono essere finanziati e questi progetti devono essere pronti presto, perché le risorse messe a disposizione devono essere spese entro il 2026 e impegnate entro il 2023.
Il progetto portato avanti da Marco Russo prevede questo e mette in campo idee come quelle sull’elettrificazione e la digitalizzazione del porto, sull’ambiente. Queste sono tutte priorità che si prevede che possano essere finanziate con il PNRR che, dunque, può essere una grande occasione per Savona.
Dall’altra parte, invece, c’è una coalizione di centrodestra che è guidata da un partito che nell’ultima settimana ha mostrato di essere completamente in stato confusionale.
Ho visto che Salvini si è accorto troppo tardi di denunciare l’insicurezza della città e, invece di prendersela con l’amministrazione di cui fa parte e il suo sindaco, si è messo a minacciare il Prefetto e il Questore.
Ho visto che si sono messi a spiegare che non vogliono la discarica a Legino che il loro assessore aveva proposto.
Il centrodestra, quindi, non solo non ha idee e non ha proposte ma è completamente in stato confusionale.
Ai savonesi, quindi, conviene votare Marco Russo e dare una chance a questa città per il futuro.

Pin It

Nascondi modulo commenti

 10000 Caratteri rimanenti

Antispam Aggiorna immagine Case sensitive