Sostegno ad Arianna Censi

pubblicato il .

Intervento all'incontro "ForestaMi e le politiche di sostenibilità per Milano" (video).

Grazie a chi ha organizzato questa iniziativa e al PD di Rogoredo perché stiamo facendo una campagna elettorale abbastanza difficile. Non ci sono grandi entusiasmi anche perché non c’è grande competizione ma dobbiamo essere bravi a motivare tante persone ad andare a votare. Non dobbiamo correre il rischio che i sondaggi e l’assenza di un avversario politico penalizzino il voto a Sala, al PD e alle forze della coalizione.
Dobbiamo, quindi, usare questi ultimi giorni per motivare le persone ad andare a votare. Nei Municipi, in particolare, il risultato è meno scontato.
Questa volta dobbiamo motivare le persone senza dover parlare dell’avversario o contro qualcosa, quindi, usiamo gli spazi di campagna elettorale per raccontare quello che è stato fatto e quello che si vuole continuare a fare.
Innanzitutto vorrei dire una cosa su questa zona: è importante che il centrosinistra vada a governare il Municipio 4, con Stefano Bianco, Anna Gallo, Loredana Bigatti, Giambattista Pedrini, perché sappiamo che questa è una zona di grande trasformazione e nei prossimi anni avrà un ulteriore sviluppo e sarà al centro dell’attenzione.
Il Municipio 4 in questi anni è stato governato del centrodestra, che ha fallito soprattutto perché non sono stati capaci di trasferire quel patrimonio di eccellenze che la città ha saputo produrre e non hanno saputo portare nelle case dei cittadini le eccellenze che a Milano ci sono state in questi anni e di cui ci vantiamo e mettere il tutto a vantaggio dei cittadini delle diverse zone.
Spero, quindi, che ci sarà qualcun altro a governare e che sia in grado di portare un vantaggio anche sul territorio e a chi abita qui - cosa che il centrodestra non è stato capace di fare - quando ci saranno le trasformazioni previste qui per le Olimpiadi, come il Palazzetto del Ghiaccio e altro.
Rispetto al tema di discussione, voglio rivendicare che Milano ha fatto tantissimo sull’ambiente, non ha smesso di lavorare e, inoltre, Milano ha già messo in campo i progetti che saranno finanziati con i soldi del PNRR. Uno di questi progetti è ForestaMi, un altro è quello di riconvertire tutto il parco dei mezzi pubblici in mezzi elettrici, poi ci sono gli interventi previsti sulle case popolari e sugli edifici pubblici per ridurre le emissioni, anche utilizzando il superbonus del 110%, come sta facendo MM, fino al progetto della conversione della centrale di Cassano al fine di utilizzarla per il teleriscaldamento.
Questi progetti hanno una dimensione metropolitana, dunque, che va oltre la città.
Nonostante le difficoltà che si registrano in tutte le aree metropolitane, più che a Milano a interpretare questa istituzione relativamente nuova quale è la Città Metropolitana, perché mancano i poteri, non c’è la legittimazione e mancano spesso i soldi, qui si è cominciato a ragionare in chiave metropolitana sull’ambiente, sul trasporto pubblico o sull’acqua.
Questo va a merito dell’amministrazione, del sindaco ma va soprattutto a merito di Arianna Censi, che in questi anni in cui ha fatto la Vicesindaca si è spesa in un lavoro davvero complicato, che non ha quasi mai avuto le prime pagine dei giornali, spesso non ha neanche l’attenzione delle cronache, però è stato un lavoro importante di raccordo tra tutte le amministrazioni dei Comuni e la costruzione di rapporti istituzionali a tutti i livelli per ottenere i risultati. E ci sono tanti risultati che sono in arrivo, sul trasporto pubblico ad esempio sono molti, così come sulla viabilità o sull’ambiente, dove le cose che stiamo raccontato sono molto concrete e vedranno luce tra poco.
Arianna Censi ha avuto un grande merito: fa tutto questo per passione e perché crede in un progetto e nell’idea che la Città Metropolitana è la cosa che più funzioni. Più si investe nella Città Metropolitana e più staranno meglio i cittadini di Milano e della sua provincia. Per questo credo che bisogna sostenere Arianna Censi, darle fiducia, farla votare oltre che votarla.
Credo che ne valga la pena perché quella di Arianna Censi è un’esperienza che deve continuare e può dare davvero un contributo importante alla nostra città, così come il lavoro che potranno fare Anna Gallo, Loredana Bigatti, Giambattista Pedrini al Municipio 4.
Conosco bene Anna Gallo e Loredana Bigatti, so quante capacità hanno e quanto sono nelle condizioni anche loro di dare un contributo al Municipio 4.




Pin It

Nascondi modulo commenti

 10000 Caratteri rimanenti

Antispam Aggiorna immagine Case sensitive