Più gente partecipa alle primarie, più è forte la spinta per i vincitori

pubblicato il .

Intervento a Radio Radio (video).

Penso che a Roma e a Bologna la partecipazione alle primarie sarà più alta rispetto a quella che c’è stata a Torino.
La partecipazione è legata anche al fatto che usciamo da una fase di ristrettezze: ci sono state molte preoccupazioni a uscire di casa e probabilmente questo ha influito, così come avranno influito anche errori comunicativi.
Il risultato di tutto ciò lo valuteremo quando si voterà per i sindaci.
Se sarà stata efficace o meno la decisione del PD e del centrosinistra di mettere nelle mani degli elettori la scelta del candidato sindaco la valuteremo quando ci saranno i risultati elettorali. Io penso che saranno positivi.
Penso che, ovviamente, più gente partecipa alle primarie più è forte la spinta iniziale delle campagne elettorali dei candidati che le vincono.

Video dell'intervista»



Recovery Fund: un'occasione storica di rilancio per l'Italia

pubblicato il .

Intervento svolto alla videoconferenza organizzata dal PD di Cologno Monzese (video).

Colgo l’occasione di questa iniziativa per ricordare Guglielmo Epifani, che lascia un grande vuoto.
Epifani era una persona sobria, gentile, un uomo di grande cultura, che è stato un patrimonio del sindacalismo ma anche della sinistra italiana.
Nonostante fosse una persona schiva, credo che Epifani abbia lasciato il segno in molti aspetti della legislazione sul lavoro del nostro Paese, nel sindacato e in molto nella vita di tanti di noi.
Personalmente, se oggi mi occupo di antimafia è perché Epifani, nella scorsa Legislatura, quando era ancora Segretario del PD, mi chiese di fare il Capogruppo del partito nella Commissione Bicamerale Antimafia; mi diede fiducia e di questo gli sarò sempre riconoscente.
Di Epifani si è parlato poco in questi anni, anche del ruolo che ha avuto prima nel sindacato e poi nel PD, in quella sua breve gestione.