Questa è la manovra

pubblicato il .

Intervento a SkyTg24 (video).

Con la manovra abbiamo congelato l’aumento dell’IVA trovando i 23 miliardi e facendo risparmiare 500 euro a famiglia; abbiamo abolito il super-ticket; abbiamo ridotto il cuneo fiscale, riducendo le tasse sul lavoro dipendente e su queste questioni siamo tutti d’accordo in maggioranza. Così come siamo d’accordo sugli interventi per la transizione ecologica. Ci sono poi altri temi su cui dobbiamo rimodulare le scelte. Ad esempio, è vero che la questione della plastic tax per come è stata posta rischia di penalizzare un settore produttivo ma si tratta di una tassa che c’è in tutta Europa.
Spesso si usa la leva fiscale per ridurre comportamenti dannosi per la salute e per l’ambiente e non possiamo passare anni a denunciare il fatto che la plastica sta compromettendo i mari e poi, di fronte ad un provvedimento che tende a ridurre il consumo di plastica, scatenare la protesta. È giusto, comunque, non mettere in crisi le aziende e, quindi, ci si deve prendere il tempo giusto per lavorare sulla questione e dare gli incentivi giusti anche per una riconversione ma questa è la materia emendativa. Così come sulla vicenda delle auto aziendali, a mio avviso si è trattato di un provvedimento eccessivo, oltretutto era retroattivo ma ora il Governo si è già impegnato a cambiarlo radicalmente: non sarà più retroattivo e sarà solo per le nuove auto non ecocompatibili.
Inoltre, quando si devono fare manovre molto pesanti tradizionalmente le risorse si è sempre andate a prenderle dai Comuni, mentre questa volta non è stato fatto.
Non vedo, quindi, grandi problemi per la maggioranza: 900 emendamenti sono il frutto di un lavoro che abbiamo fatto e poi lavorando si scremeranno. Abbiamo costruito questa manovra parlando con le parti sociali, con la società e abbiamo raccolto alcune istanze.

Nascondi modulo commenti

 10000 Caratteri rimanenti

Antispam Aggiorna immagine Case sensitive