Bene Sala, raccogliere la sfida per l’economia green

pubblicato il .

Bella intervista di Beppe Sala sul Corriere. Ha ragione, non si tratta semplicemente di continuare il buon lavoro fatto in questi anni che ha trasformato Milano e ha confermato e rafforzato la sua dimensione internazionale, ma si tratta, ancora di più dopo il Covid, di raccogliere una nuova sfida, decisiva per il futuro: quella di ridisegnare la Città Metropolitana guardando all’ambiente, alla mobilità sostenibile, ad una economia green.
Milano può dare un grande contributo al Paese e solo chi ha chiara questa visione e questa idea di futuro può continuare a governare la città.

Bene il via al cantiere anti-esondazione del Seveso, è una nostra battaglia

pubblicato il .

Oggi si è finalmente avviato il cantiere che mancava per completare il piano contro le esondazioni del Seveso.
La vasca di laminazione a Bresso non crea danni all’ambiente o alla sicurezza; insieme agli altri interventi completati o in fase di realizzazione finalmente salvaguarderà i sei quartieri milanesi che per anni hanno subito i danni delle esondazioni.
È il risultato di una lunga battaglia che ha impegnato il PD in Comune, in Regione, in Parlamento e al Governo fino a considerare questo progetto una delle priorità dell’unità di missione contro il dissesto idrogeologico.
Ora occorre che la Regione intervenga sulle centinaia di scarichi industriali abusivi che continuano a inquinare il Seveso. Anche oggi, grazie al lavoro di tanti e all’impegno dell’assessore Granelli, si fa un passo avanti per risolvere i problemi di Milano; proprio mentre Salvini è in città a agitarli.

Milano è la città che più si è trasformata in questi anni

pubblicato il .

Leggo che Salvini oggi a Milano ha spiegato che il suo obiettivo è quello di battere il PD dopo troppi anni di immobilismo della città.
Il Segretario della Lega è legittimo voglia battere il PD anche se forse i milanesi vorrebbero conoscere idee e proposte per la città invece che leggere delle ansie da prestazione di Salvini. Ma sostenere che la città che in questi anni più si è trasformata ed è diventata più bella e più attrattiva e internazionale, sia immobile e triste non solo dimostra che Salvini non sa di cosa parla, anche quando si occupa della città in cui ogni tanto abita, ma offende tanti milanesi che sono orgogliosi della loro Metropoli.
Non tutto è risolto e sappiamo che molto va ancora fatto per migliorare le periferie ma non è raccontando una Milano immobile che si potrà fare.