Risparmiamoci un'astratta discussione sul tasso di riformismo del PD

pubblicato il .

Credo che in questo momento, mentre siamo impegnati al Governo ad aiutare la ripresa e a dare sicurezza alle persone in difficoltà e mentre continuiamo ad avere di fronte una drammatica emergenza, una discussione astratta e inconcludente sul tasso di riformismo dovremmo risparmiarcela soprattutto se appare divisiva mentre l'unità del PD oggi serve al Paese.
Tra l'altro osservo che il PD al Governo sta realizzando cose importanti che rappresentano una idea di riformismo forte: il taglio del cuneo fiscale, la lotta all'evasione, politiche anticicliche tra cui l'eco bonus al 110%, che danno concretezza alla nostra idea di green economy.

Ricordare e valorizzare ciò che ha fatto Fiorenza Bassoli

pubblicato il .

Fiorenza Bassoli ha vissuto gli ultimi mesi della malattia con grande discrezione ma seguendo con passione il suo partito e con tristezza le vicende della sua città e della sanità di cui tanto si era occupata.
Riposi in pace ma noi dobbiamo ricordare e valorizzare il tanto che le abbiamo visto fare soprattutto per Sesto San Giovanni.

Gestione lombarda della crisi e rischi per la ripresa

pubblicato il .

Intervento all'incontro con il PD del Sud Est Milano.

Penso che ci sia un centrodestra che non ha molto da dire ed è in grandissima difficoltà.
Salvini, in particolare, è in grandissima difficoltà. Mi pare, infatti, che il centrodestra stia scegliendo la strada della protesta e dell’essere contro il Governo - e soprattutto contro il virus - ma non sembra esser capace di dare un contributo in una fase così difficile.
Sicuramente il Governo non ha fatto tutto giusto ma si è preso in carico una situazione difficilissima e si sono dovute fare scelte molto pesanti dal punto di vista economico.
Si è anche deciso di inventare ammortizzatori sociali che non c’erano come quelli per partite IVA e lavoratori autonomi e la cassa integrazione in deroga per le piccole aziende.
Si è fatta molta fatica a far arrivare gli aiuti alle persone e questo è stato un problema serio.
Complessivamente, però, credo che nella prima fase il Governo sia stato un riferimento credibile per i cittadini e l’alto gradimento avuto da Conte fino ad ora lo conferma.

Da Milano un esempio per la Giustizia e la Legalità

pubblicato il .

Intervento svolto al tavolo Giustizia e Legalità dell'evento Milano Italia del PD Milano.

Credo che lo spirito dell’iniziativa dei tavoli di “Milano Italia” sia quello di individuare il contributo che Milano può dare rispetto ad alcune questioni.
Farò, quindi, alcune osservazioni.
Il coronavirus è stato un fattore totalmente inedito e ha prodotto molte cose.
Su tutto il tema della Giustizia, che è una materia sensibile, ci siamo trovati a dover fronteggiare l’emergenza e a intervenire da subito con diversi decreti.
In questa situazione emergenziale, la nostra attenzione è stata quella di cercare di evitare il più possibile di modificare l’ordinamento con decreti e abbiamo anche resistito su questo ma abbiamo introdotto comunque norme nuove e anche modalità di funzionamento che, una volta finita l’emergenza, dovranno essere approfondite.
Si continua a spiegare che la ripartenza deve essere veloce e si deve fare in fretta, quindi, sicuramente c’è il tema della rapidità da coniugare con i ritmi dei cittadini e questo riguarda anche la Giustizia.
Già prima del coronavirus avevamo ragionato sulla necessità delle riforme della Giustizia penale e civile proprio per assicurare ai cittadini tempi rapidi di definizione delle diverse cause e dei diversi procedimenti e oggi è ancora più necessario.