Sulle carceri ascoltiamo l'appello del Papa e di Mattarella

pubblicato il .

Il richiamo del Santo Padre come quello del Presidente della Repubblica non possono essere ignorati.
Bisogna evitare che nelle carceri la sovrappopolazione faciliti il contagio e si verifichi quella tragedia da cui il Papa ci mette in guardia.
Dobbiamo fare di più e abbiamo ora, nell’iter di conversione del decreto in Parlamento, la possibilità di farlo.
Favorire gli arresti domiciliari e dare licenze lunghe a chi già usufruisce dei permessi per buona condotta.
Non si tratta di liberare chi sta scontando una pena ma di agire con umanità nei confronti di tutta la comunità.

Nascondi modulo commenti

 10000 Caratteri rimanenti

Antispam Aggiorna immagine Case sensitive