La concessione degli spazi comunali di Sesto a Casa Pound offende la Città della Resistenza

pubblicato il .

Oggi sarò in piazza a Sesto San Giovanni insieme all’Anpi e a tanti cittadini e democratici per protestare contro l’assemblea indetta da Casa Pound contro l’Europa.
È una provocazione evidente e inaccettabile quella dei “fascisti del terzo millennio” che manifestano nella città medaglia d’oro della Resistenza offendendo la memoria dei partigiani, dei deportati e delle lotte operaie.
Ma la scelta del sindaco di concedere uno spazio comunale a Casa Pound è un’offesa ancora più grave alla città e alla sua storia perché viene da chi dovrebbe rappresentarla.
E che proprio Di Stefano, che da quando si è insediato lavora per ridurre le libertà, ora si appelli alla libertà di parola per giustificare questa scelta gravissima è una cosa evidentemente strumentale di chi non ha mai avuto problemi dalla campagna elettorale in poi a tenere buoni rapporti con i neo fascisti!

Le Olimpiadi sono un'occasione per l'Italia, il Governo stanzi le risorse

pubblicato il .

La candidatura ufficiale di Milano e Cortina alle Olimpiadi invernali del 2026 è la strada giusta per portare davvero i Giochi in Italia, una grande occasione per il Paese.
Credo a questo punto che sia improponibile pensare che il Governo si sottragga dal dovere di sostenere questo importante progetto e di investire su di esso anche risorse economiche.
Se l'Esecutivo si chiamasse fuori, sarebbero solo propaganda i proclami di Salvini sull'importanza di questa prestigiosa candidatura.

Il bando Periferie e la riqualificazione del quartiere Adriano

pubblicato il .

Lega e M5S avevano presentato un emendamento al Decreto Milleproroghe spiegando che avrebbero sbloccato nuovi fondi per i Comuni ma poi, una volta approvata la legge, hanno detto che non sarebbe stato così e non tutti i progetti per cui erano stati stanziati finanziamenti e su cui c’erano delle convenzioni sarebbero stati davvero finanziati.
Questo avrà delle ricadute concrete. A Milano, ad esempio, era previsto un grande progetto di riqualificazione per intervenire sul degrado del quartiere Adriano, dove ci sono scuole e spazi inutilizzati. Si trattava di un progetto di riqualificazione per rimettere quei luoghi al servizio della collettività, toglierli dal degrado e creare sicurezza.
Il centrosinistra aveva avviato il progetto ma il problema è che ora sono stati messi in discussione i soldi del Governo. Questo è un fatto gravissimo.
I cittadini del quartiere Adriano si sono già mobilitati perché per tanto tempo sono stati promessi quegli interventi da tutte le forze politiche e oggi, che finalmente si potrebbero fare, il Governo li sta mettendo in discussione.

Una cattiva politica mette in discussione diritti acquisiti

pubblicato il .

In piazza della Scala a Milano con tante persone a festeggiare il 70esimo anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.
Giusto esserci in un tempo in cui diritti elementari, che pensavamo acquisiti per sempre, vengono messi in discussione anche dalle nostre parti da una politica cattiva, che in nome di una presunta sicurezza riduce libertà e diritti.

Non possiamo perdere l'occasione delle Olimpiadi

pubblicato il .

Il tema delle Olimpiadi è non perdere un’occasione per l’Italia che c’è ed è molto concreta, dato che ci sono pochissimi candidati e sarebbe una follia lasciarsela sfuggire. L’ipotesi lombardo-veneta va perseguita e credo che il Governo non possa non sostenerla. Lasciamo a M5S la tesi per cui era meglio risparmiare 500 milioni, per i loro problemi interni a Torino, piuttosto che fare un evento di cui beneficia tutta l’Italia.

Colpa di M5S se salta la candidatura alle Olimpiadi

pubblicato il .

Giorgetti certifica la impraticabilità della candidatura olimpica delle tre città! Il movimento 5stelle è riuscito ancora una volta per le sue divisioni a Torino e per risparmiare qualche soldo, a far saltare una candidatura olimpica.
Ora, anziché cercare di scaricare su Milano responsabilità che non ha, si cerchi subito di strutturare una nuova iniziativa che possa essere sostenuta da Coni e governo per ottenere le Olimpiadi invernali nel 2026!

Video dell'intervista di Rai Parlamento»