In Regione grave scorrettezza istituzionale

pubblicato il .

L’elezione di Patrizia Baffi (Italia Viva) con i voti della maggioranza di centrodestra a Presidente della Commissione d’Inchiesta in Consiglio Regionale della Lombardia sulla gestione dell’emergenza sanitaria per il covid-19, oltre ad essere una gravissima scorrettezza istituzionale, che nella sostanza viola il principio che attribuisce alle opposizioni la scelta dei Presidenti delle Commissioni di inchiesta, è l’ennesima dimostrazione che Lega e Forza Italia in Lombardia vogliono nascondere ciò che è accaduto.
Tutto ciò non è un problema solo per noi o per le opposizioni ma per i lombardi.
Continuare a negare la realtà, il dato che qui c’è stata la mortalità più alta d’Italia e di Europa, forse del mondo, significa rinunciare a cercare una spiegazione; significa rinunciare a capire per correggere ciò che non ha funzionato. Soprattutto, significa lasciare tutto com’è e esporre di nuovo i lombardi all’epidemia, in caso riprenda, senza difese adeguate.

Chi ama la Lombardia capisca cos'è successo

pubblicato il .

Caro Matteo Salvini non serve dire che si ama la Lombardia se lo si dice per nascondere la realtà.
E' il posto dove c'è stata la percentuale di morti rispetto ad abitanti e contagiati più alta d'Italia e di Europa.
Chi vuol bene ai lombardi deve capire perché per evitare si ripeta.

Fontana cerca di parlare di tutto tranne che della Lombardia

pubblicato il .

Intervento a Espansione Tv (video dell'intervento).

La richiesta di danni alla Cina da parte di Fontana penso che sia folclore e penso che il Presidente della Lombardia stia cercando di parlare di tutto tranne che di quello che è successo nella nostra Regione.
Penso che il Presidente Fontana debba spiegare innanzitutto cosa non ha funzionato, non per fustigare qualcuno ma per evitare che risucceda.
Bisogna spiegare perché la Lombardia è il territorio in cui il rapporto tra mortalità e contagiati è il più alto non solo d’Italia ma anche del mondo.
Qualcosa, evidentemente, non ha funzionato nell’assistenza e nella cura.
Non stiamo mettendo in discussione il fatto che si è sviluppata una pandemia, così come è avvenuto in tutto il mondo, ma stiamo mettendo in discussione il fatto che questa pandemia qui ha creato una percentuale di morti più alta che da altre parti e, quindi, bisogna capire perché è successo e dare una risposta.

Non siamo contro la Lombardia, raccontiamo la realtà

pubblicato il .

Da giorni stiamo cercando di raccontare coi dati quanto sia grave ciò che è avvenuto in Lombardia e lo facciamo proprio perché vogliamo bene alla nostra regione e ai lombardi che sono le vittime di scelte sbagliate.
Noi vogliamo richiamare chi governa la Lombardia alla realtà e alle proprie responsabilità.
Considerare vergognoso condividere quei dati significa non capire la dimensione di ciò che è successo o volerlo nascondere.