Regione fuori controllo, ora dimissioni

pubblicato il .

Sembrerebbe quasi certo che Regione Lombardia abbia sbagliato a raccogliere e trasmettere i dati al Ministero, determinando così il suo inserimento in zona rossa. È da una settimana che Fontana e i suoi strepitano e parlano di punizione del Governo, una punizione che si sarebbero autoinflitti.
Come se il tutto non fosse già abbastanza grave, sono arrivati perfino a fare ricorso al Tar lamentandosi di un sistema iniquo.
Altro che sistema iniquo o punizioni, qui siamo di fronte all'inettitudine totale.
Sono responsabili di un errore macroscopico che ha causato danni economici enormi, oltre che per migliaia di ragazze e ragazzi l'impossibilità di di andare a scuola.
Fontana e la sua giunta sono arrivati al capolinea da tempo, ma stavolta non hanno davvero più scuse.
Un'amministrazione fuori controllo e in stato confusionale può solo fare altri danni in una fase tanto delicata per la lotta alla pandemia e la campagna vaccinale.
Ora dimissioni.

Salvini commissaria la giunta regionale: è l'ammissione del fallimento

pubblicato il .

Salvini caccia Gallera, retrocede Fabrizio Sala e commissaria Fontana: i tre principali protagonisti del governo dell’emergenza Covid.
Dopo aver decantato per un anno il buon governo della Regione Lombardia deve ammettere che il governo lombardo ha fallito di fronte alla pandemia, che la Regione simbolo della Lega ha fatto un disastro, che è stata quella col più alto tasso di mortalità, che ora non riesce a fare le vaccinazioni antinfluenzali neanche ai più anziani e oggi è agli ultimi posti per capacità di vaccinare contro il Covid.
Ora Salvini, che si pavoneggia come il padrone della Lombardia, ammetta le responsabilità sue e del suo partito e chieda scusa ai lombardi invece che dare lezioni al Governo.

Gallera è un inetto e la giunta Fontana ha fallito

pubblicato il .

Siamo di fronte all’ennesima dimostrazione della inettitudine di Gallera, un assessore alla Sanità che continua a considerare la pandemia un evento che si può gestire come se fosse ordinaria amministrazione e che per questo da un anno danneggia i lombardi e la loro salute.
Il fatto che la Lega finalmente se ne sia accorta non esenta il partito di Salvini dalla responsabilità di aver condiviso tutte le scelte e le responsabilità dell’assessore.
Il fallimento della sanità lombarda di fronte alla pandemia è il fallimento di tutto il governo regionale a cominciare dal Presidente Fontana.

La Sanità lombarda malata prima e durante il covid… e dopo?

pubblicato il .

Intervento svolto all'incontro organizzato dal PD di Cologno Monzese (video).
 
Penso che stiamo dicendo la verità quando raccontiamo che, alla prova della pandemia, la sanità lombarda si è rivelata non all’altezza del compito di proteggere e difendere i cittadini.
Per molto tempo ho detto e raccontato ciò che è stato evidente nella prima fase della pandemia: la Regione Lombardia è stata la Regione in cui non solo il virus si è diffuso di più (che può essere una cosa abbastanza ovvia visto che abbiamo 10 milioni di abitanti e siamo uno dei poli economici non solo del Paese ma anche di tutta Europa), ma il problema è che qui la pandemia, con quei contagi, è stata affrontata non avendo la capacità e gli strumenti per curare le persone.
È sufficiente guardare i dati per rendersi conto di questo e, prima o poi, lo faremo.
Non penso che questo sia il momento della polemica politica ma i dati raccontano che in Regione Lombardia il tasso di mortalità sia altissimo sia rispetto ai contagi che rispetto al numero di abitanti, sia guardando al resto del Paese che ad altre Regioni, pure governate dal centrodestra, come ad esempio il Veneto, che però hanno fatto scelte diverse su terreni fondamentali.