La priorità deve essere garantire ai cittadini processi con tempi certi

pubblicato il .

Intervento a SkyTg24 (video).

C'è un principio costituzionale che dice che i processi devono avere una ragionevole durata. Noi, quindi, dobbiamo garantire che quel dettato costituzionale venga applicato.
La riforma Bonafede non basta.
Non stiamo discutendo solo di prescrizione: stiamo discutendo della riforma del processo penale. Di come accelerare il processo, di come ridurre i tempi burocratici e di come dare tempi certi ai processi.
Tutto questo oggi manca.
Con i 5S vogliamo discutere, oggi presenteremo nostre proposte al Ministro e a Presidente del Consiglio. Ma serve che prima che la riforma Bonafede entri in vigore tutta la maggioranza trovi un accordo e scriva un documento condiviso in cui si sancisca quali sono le riforme del processo penale che metteremo in campo.

Dare voce in Tv ai Casamonica è sbagliato

pubblicato il .

Credo ci sia un limite a tutto, anche alla corsa agli ascolti televisivi.
Ospitare un rappresentante della famiglia Casamonica in tv è un oltraggio alla legalità e una offesa alla dignità di una città come Roma, che da questa famiglia è stata umiliata con violenze e azioni criminose.
Non mi interessa sapere come si svolgerà la puntata di “Fuori dal coro”, se ci sarà un contraddittorio e se verranno poste domande.
Io penso che dare voce in tv ai Casamonica sia una scelta sbagliata.

Sui nuovi arresti in Lombardia, il silenzio del centrodestra è insostenibile

pubblicato il .

I nuovi arresti di oggi nell’ambito dell’inchiesta “mensa dei poveri” confermano la presenza in Lombardia di una rete che agisce dentro e fuori dalle istituzioni che ha utilizzato la cosa pubblica per garantire carriere personali, arricchimenti e finanziamenti alle filiere politiche e personali.
Al di là della prudenza che deve guidarci in attesa dei giudizi, è evidente che siamo di fronte all’ennesima dimostrazione di uno spregiudicato uso dei rapporti istituzionali che porta le decisioni fuori dalle sedi proprie e le piega ad interessi economici e di potere.
Credo che il silenzio del centrodestra lombardo su queste vicende non sia più sostenibile di fronte al ripetersi di questi episodi, soprattutto mentre governa le istituzioni più importanti.
Per restituire credibilità alla politica serve dire tutti con nettezza che le istituzioni lavorano per i cittadini e non per gli affari di pochi.

Importante rimettere i beni confiscati a disposizione della parte più fragile della società

pubblicato il .

Intervento svolto all'inaugurazione del progetto La tua casa, che vede la nascita di una comunità per mamme in difficoltà in una villa confiscata alla 'ndrangheta a Buccinasco (video).

Questa è sicuramente una bella giornata di festa e credo che si debbano ringraziare soprattutto l’amministrazione comunale, l’Associazione Ai.Bi. Amici dei Bambini, la Cooperativa Sociale AIBC e quanti hanno pensato al progetto che vede la luce nella villetta confiscata alla ‘ndrangheta a Buccinasco.
Vorrei cercare di dare il segno dell’importanza che ha un momento come questo e il rimettere a disposizione di una comunità un bene confiscato alle mafie.
Credo che esempi come questo di Buccinasco mostrino chiaramente quanto sia importante la legge Rognoni – La Torre, con cui si è introdotto il tema della confisca dei beni nella legislazione italiana. Questa è una legge importante perché colpisce le mafie dove fa loro più male, i soldi e i patrimoni e glieli porta via. E poi è una legge importante anche perché dà un segnale alla società, alla società libera e legale e alle persone per bene, in quanto si restituiscono alla società i bene sequestrati ai mafiosi.