Sfratti: intervenire per proteggere le persone in difficoltà

pubblicato il .

Tra pochi giorni termina il blocco degli sfratti per quasi 80mila famiglie che già prima della pandemia avevano perso il diritto o per la fine del contratto di affitto o per morosità. Resta invece fino a fine anno il blocco per chi, a causa del Covid, ha perso il reddito e, quindi, per morosità incolpevole.
Si tratta ora di evitare che lo sblocco degli sfratti produca un’emergenza sociale.
Bisogna graduare le esecuzioni, mettere in campo tutte le risorse e le iniziative possibili per favorire soluzioni che consentano il passaggio da alloggio ad alloggio per le famiglie sfrattate.
In questo senso questa mattina ho depositato un’interrogazione alla Ministra degli Interni per chiedere ulteriori interventi urgenti nell’interesse di tante persone in difficoltà, le stesse che si è giustamente deciso di proteggere in questa fase difficile bloccando gli sfratti.

Testo dell’interrogazione:

Atto n. 3-02658 - Pubblicato il 6 luglio 2021, nella seduta n. 342
Interrogazione a risposta orale

Al Ministro dell'Interno

Città sostenibili e accoglienti: gli obiettivi del Disegno di legge sulla rigenerazione urbana

pubblicato il .

Intervento su “Città sostenibili e accoglienti: gli obiettivi del Disegno di legge sulla rigenerazione urbana” alla videoconferenza organizzata dal SUNIA “La casa e la città: rigenerazione urbana, interventi urbanistici e sociali per il diritto all’abitare solidale e sostenibile” (video). 

Ho ascoltato molte cose che condivido e tra queste ci sono anche stimoli importanti su cui riflettere sia politicamente sia guardando alle cose che possono essere ancora fatte o migliorate nel disegno di legge sulla rigenerazione urbana, di cui sono Relatore e che in queste settimane è in discussione in Commissione Ambiente al Senato.
Penso che questo sia complessivamente un tema di straordinaria attualità. Non è, infatti, solo un tema che può contribuire a rispondere a diversi problemi e bisogni sociali, anche perché, oggi, parlare di rigenerazione urbana vuol dire mettere in campo le condizioni per ripensare le nostre città dopo la pandemia, che ha cambiato e cambierà molte cose.

Fondazione Abitiamo

pubblicato il .

Nel mese di febbraio, sono stato nominato Presidente del Comitato Etico della Fondazione Abitiamo.

La Fondazione Abitiamo si è formalmente costituita su iniziativa di Abitare Società Cooperativa, dopo un intenso lavoro di confronto e riflessione. È una realtà che, nell’intento dei fondatori, svilupperà nel tempo una forte vocazione territoriale (Affori, Dergano, Niguarda) e un’attenzione specifica ai temi della rigenerazione urbana, dell’impatto sociale e dello sviluppo di attività di impresa in dialogo con i bisogni e, perché no, anche con i desideri e i sogni dei territori coinvolti.
Nel secolo passato, fare comunità non era vissuto come un fine o un ideale da raggiungere, ma era un vero e proprio strumento per generare benessere, per migliorare la propria condizione materiale e per migliorarsi come donne e come uomini. È in questa piega, prima umana e poi politica, che nasce la cooperazione.

La cooperazione deve avere un ruolo da protagonista nel post-pandemia

pubblicato il .

Intervento svolto all'Assemblea di Uniabita (video).

Porto un saluto all’Assemblea di Uniabita, avendo seguito le vicende di questa Cooperativa in questi anni, avendo condiviso e conosciuto le difficoltà pre-covid e poi le difficoltà che tutti abbiamo vissuto durante la pandemia.
Credo che sia giusto complimentarmi con il Consiglio di Amministrazione, con il Presidente e con il corpo sociale perché si è riusciti a fare un lavoro importante e molto difficile, che oggi porta a pensare di poter rafforzare in maniera significativa Uniabita.
Usciamo dalla pandemia e credo che, quando il Presidente dice che dobbiamo pensare al futuro, stia sostenendo una cosa importante e non rituale in questo caso, perché penso che dopo la pandemia avremo bisogno di ripensare tante cose.
Le nostre città non saranno più come prima.
Il mondo del lavoro, con lo smart working, cambierà.
Questa pandemia ci ha fatto presente che diventa importante avere i servizi vicini nelle città.

Approvato il mio Ordine del Giorno sul Superbonus per le Cooperative a proprietà indivisa

pubblicato il .

Approvato l’Ordine Del Giorno al Decreto Sostegni che impegna il Governo nel prossimo provvedimento utile ad applicare per l’utilizzo del superbonus per le cooperative a proprietà indivisa le stesse tempistiche previste per gli IACP.
Ci sarà un prossimo provvedimento che riaffronterà il tema del superbonus per semplificare le procedure e, come si è impegnato a fare il Governo nella discussione sul PNRR, per prorogarne la scadenza. Quella sarà l’occasione per introdurre la norma che abbiamo proposto ma un passo avanti l’abbiamo fatto.

Testo dell'Ordine del Giorno:

A.S. 2144
Ordine del Giorno
(già emendamento 36.0.61 Testo 2 - Mirabelli)

Giusta la proroga del blocco sfratti ma tutelare anche i proprietari

pubblicato il .

Oggi sono stato ad incontrare i sindacati inquilini che hanno organizzato un presidio per sostenere il blocco degli sfratti previsto dal Decreto Milleproroghe fino alla fine di giugno.
Credo che la scelta di non rischiare di aggiungere altri problemi sociali in un momento grave e di emergenza, sia quella giusta.
Usiamo questi mesi per trovare i modi per garantire ai proprietari i propri legittimi diritti senza mettere in mezzo alla strada chi ha perso reddito e lavoro.