Emendamenti al collegato del bilancio contro la decadenza

pubblicato il .

Emendamento:
all'articolo 9, comma 6 le parole " ….. 20 per cento ….. " sono sostituite dalle parole "… 30 per cento...” le parole da “ ...Anche ai fini “….. fino a ... " presente legge." sono soppresse.
(aumentare lo sconto per chi decide di comprare la casa in cui vive)
Emendamento:
all'articolo 3, comma 4, lettera c), sostituire le parole "... da 14.001 a 28.000 euro" con le parole ".... da 14.001 a 34.000... ".
(aumentare fino a 34000 euro di reddito ISEE-ERP il limite per la permanenza)

Emendamento:
all'articolo 3, comma 4, lettera d), sostituire le parole "... superiore a 28.000 euro " con le parole ".... superiore a 34.000 ...".
(aumentare fino a 34000 euro di reddito ISEE-ERP il limite per la decadenza)

Emendamento:
all'articolo 9, dopo il comma 3, aggiungere il comma 3 bis
"3. bis. L'Ente proprietario è tenuto a proporre al nucleo familiare assegnatario che abbia ISEE-ERP superiore a 28.000 euro la proposta di vendita dell'alloggio occupato dall'assegnatario alle condizioni previste dai commi 5 e 6 del presente articolo. Gli alloggi venduti ai sensi del presente comma non concorrono alla determinazione della misura massima del 20% prevista dal comma precedente.
( consentire a chi è in decadenza di acquistare)

Emendamento:
all'articolo 3, comma 4, sostituire le parole "…. da più di trenta anni e ....” con le parole ”…. da almeno venti anni o… ".
( consentire la permanenza di chi risiede da più di 20 anni o ha più di 65 anni)

Emendamento:
all'articolo 3, comma 3, aggiungere il comma 3 bis:
“3 bis. Alla determinazione della situazione economica (ISE-ERP, PSE, ISEE-ERP) non concorrono:

emolumenti di carattere occasionale dovuti alla cessazione del rapporto di lavoro;

proventi di carattere finanziario derivanti da risparmio fino a 70.000 euro.”

Emendamento:
Legge regionale 1/2000 art. 3, dopo il comma 41 ter aggiungere il seguente comma 41 quater
“ 41 quater. La titolarità  del diritto di proprietà  o di altri diritti reali di godimento su un alloggio o su beni immobili, di cui all'art. 18 del Regolamento 1/2004, fino ad una volta e mezzo superiore, fuori dai confini del territorio regionale non comporta la decadenza dall'assegnazione.

Nascondi modulo commenti

 10000 Caratteri rimanenti

Antispam Aggiorna immagine Case sensitive