Negli Stati Uniti con la Commissione Antimafia

pubblicato il .

Intervento a Caterpillar di Radiodue sulla missione della Commissione Antimafia (video).

Domani con la Commissione Antimafia andremo a Quantico a visitare il centro di addestramento dell’FBI e, soprattutto, andremo a rendere omaggio e a depositare una corona sul monumento di Giovanni Falcone che si trova in quella base. È un segnale importante di quanto sia stata apprezzata anche da questa parte dell’Oceano l’attività di Falcone e Borsellino e di quanto, grazie a loro, ci sia un coordinamento tra le forze italiane e statunitensi per combattere le mafie.
Oggi, invece, siamo stati alla DEA, l’agenzia antidroga americana, e ci è stato presentato un quadro della situazione del traffico di droga nel mondo.
Noi abbiamo problemi seri, con la ‘ndrangheta, Cosa Nostra e la Camorra ma oramai il quadro del traffico della droga è globale e va combattuto a livello internazionale. In particolare, sta emergendo uno strapotere delle organizzazioni latino-americane, soprattutto messicane, che producono cocaina e la esportano in tutto il mondo. Sono organizzazioni che hanno anche rapporti con la ‘ndrangheta e altre organizzazioni internazionali.
Nel pomeriggio di oggi dovremo andare alla Corte Suprema e incontreremo un giudice mentre alla Procura Generale abbiamo incontrato la figura che corrisponde al nostro Ministro della Giustizia.
I ringraziamenti per il lavoro svolto dall’Italia sul fronte della lotta alle mafie sono arrivati da tutti coloro che abbiamo incontrato fino adesso e anche il riconoscimento del contributo che il nostro Paese sta dando per combattere i trafficanti di droga in tutto il mondo.


Nascondi modulo commenti

 10000 Caratteri rimanenti

Antispam Aggiorna immagine Case sensitive