Le mafie a Trieste

pubblicato il .

Intervento in Commissione Antimafia, durante l’audizione del Prefetto di Trieste, Valenti (video).

Ringrazio il Prefetto di Trieste, Valenti. Mi pare che abbiamo aperto un focus su una vicenda che andrà seguita nei prossimi mesi per capirne gli sviluppi. Vorrei intanto sottolineare l’importanza della scelta fatta dalla Prefettura di dare la disponibilità a fare una verifica prima dell’aggiudicazione e delle composizioni societarie: questa è una cosa utile e non scontata.
Approfitterei, però, della presenza del Prefetto di Trieste per chiedergli se è in grado di darci un minimo di spaccato della situazione attuale a Tieste, rispetto ad una serie di fenomeni legati al covid che stiamo affrontando e che stiamo monitorando e penso in particolare al fenomeno dell’usura e della capacità delle mafie, come la camorra che in Veneto è molto presente, di proporsi come finanziatori o come venditori di servizi alle aziende.
Su questo ci sono diverse inchieste venete e c’è un radicamento di alcune realtà. Questo tema dell’offrire servizi alle imprese è serio e preoccupante anche perché c’è la disponibilità di molte imprese.
Vorrei capire, quindi, qual è la situazione a Trieste, che è un ambito economicamente importante anche perché c’è il porto.

L'Antimafia avvii indagine sulle assunzioni a Enna

pubblicato il .

Apprendiamo dagli organi di stampa locale che la campagna elettorale per il rinnovo del Consiglio Comunale di Enna e l’elezione del Sindaco rischiano di essere compromesse da atteggiamenti al limite, se non oltre, la legalità e la liceità di atti amministrativi.
La stessa Commissione Regionale Antimafia della Sicilia ha già anticipato che convocherà ad Enna i lavori della stessa, per verificare quanto denunciato dai vertici del PD e del Movimento 5 Stelle ennese.
La Procura della Corte dei Conti ha chiesto all’Assessorato Regionale agli Enti Locali di effettuare una ispezione presso il Comune, in merito a dei concorsi di personale effettuati recentemente, e l’Assessorato è già intervenuto.
La stessa Procura della Repubblica presso il Tribunale di Enna ha comunicato di avere aperto due fascicoli, uno per il Comune ed uno per l’Asp.
Per questi motivi domani chiederemo alla Commissione Nazionale Antimafia di avviare da subito una indagine verificando da subito le liste e i comportamenti in campagna elettorale per valutare, come ha sempre fatto la commissione in presenza di segnali preoccupanti come quelli che vengono denunciati ad Enna.

Relazione sulla missione della Commissione Antimafia negli Stati Uniti

pubblicato il .

Nel gennaio scorso con la Commissione Parlamentare Antimafia siamo andati in missione negli Stati Uniti a Washington e New York, per alcuni incontri con la Dea, Fbi e la Corte Suprema.

Questa la Relazione sulla missione svolta, approvata in Commissione Antimafia:

Relazione sulla missione della Commissione parlamentare d’inchiesta sul fenomeno delle mafie e sulle altre associazioni criminali (file PDF)
Washington - New York, 13-18 Gennaio 2020)


§. 1. Premessa.
Nel corso della seduta tenutasi il 9 dicembre 2019, l'Ufficio di Presidenza integrato dai rappresentanti dei Gruppi della Commissione ha deliberato, nell'ambito dell'inchiesta prevista dalla legge istitutiva 7 agosto 2018, n. 99, di effettuare una missione a New York City e Washington DC dal 13 al 19 gennaio 2020.

La Commissione Parlamentare Antimafia ha lavorato correttamente

pubblicato il .

Intervento in Commissione Parlamentare Antimafia durante l'audizione di Giuseppe Antoci, Presidente del Parco dei Nebrodi (video).

Ringrazio Giuseppe Antoci.
La passione che mette in questo possiamo riconoscergliela tutti. Chi lo conosce lo sa.
Ringrazio Antoci della puntuale relazione che ha svolto oggi in Commissione Parlamentare Antimafia.
Non l’ho fatto in queste settimane, però, in questa sede ci tengo a rivendicare la correttezza dei lavori di questa Commissione e la correttezza del comportamento dei Commissari della Commissione Nazionale Antimafia durante l’audizione del Presidente Claudio Fava.
Abbiamo ricevuto una serie di giudizi compresi in un documento firmati da membri della Commissione Antimafia Regionale siciliana e in un comunicato stampa del Presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci.
Voglio ricordare che tra i primi atti che ha fatto l’amministrazione Musumeci c’è stato quello di togliere ad Antoci la Presidenza del Parco dei Nebrodi.
Ovviamente ci sono state anche una serie di dichiarazioni del Presidente della Commissione Antimafia Regionale, Fava.