Sono state attribuite a Renzi tutte le crisi del sistema bancario

pubblicato il .

Intervento su La7 (video).

Sul tema banche è stato creato un caso, ben propagandato e cavalcato per attaccare al PD, a Renzi e alla Boschi tutta la crisi del sistema bancario. Su questo M5S sta facendo campagna elettorale da tempo.
Sono fallite anche le banche venete, delle Marche e molte crisi sono iniziate ben prima del Governo con Renzi e Boschi eppure si continua ad attribuire tutto a loro.

Video dell'intervento»

M5S prima di criticare i collegi spieghi come scegli i propri candidati

pubblicato il .

Intervento a Tagadà- La7

Chi oggi grida allo scandalo per la fiducia sulla legge elettorale fino a ieri definiva i voti segreti un'aberrazione.
Togliamo anche dal campo la parola "golpe": questa legge elettorale non è voluta solo dalla maggioranza ma è il frutto di un accordo anche con una parte consistente delle forze di opposizione.
Voterà comunque il Parlamento.
 
Inviterei M5S ad un po' di cautela nelle critiche ai collegi della legge elettorale visto che ogni volta che hanno scelto un candidato loro poi è dovuta intervenire la magistratura per annullare la decisione. Prima di spiegare agli altri come si scelgono i candidati e come sono i processi democratici, inviterei M5S a spiegare come scelgono i loro candidati. 

La candidatura di Di Maio è un'operazione costruita

pubblicato il .

Intervento a Tagadà, La7 (video della trasmissione).

La candidatura a premier di Luigi Di Maio per M5S è un’operazione costruita. Il leader del Movimento 5 Stelle è Beppe Grillo ma non si può candidare. Grillo, insieme a Casaleggio, continuerà ad essere colui che deciderà ciò che deve avvenire nel Movimento. Di Maio, quindi, è una scelta costruita. Il percorso dell’investitura di Di Maio è molto simile a quello di Virginia Raggi: si è fatto un casting, si è presa una persona e si è deciso di farla diventare il riferimento. Non è in questo, però, né la forza né la debolezza del Movimento. Sicuramente è evidente il fatto che anche questa volta non c’è stata alcuna decisione democratica in grado di consentire una discussione ai militanti di M5S rispetto ad una scelta che non pare così lineare, da ciò che si legge nelle dichiarazioni degli altri parlamentari del Movimento. Pare che anche questa volta si tenga sotto silenzio una discussione che c’è in quella realtà.

I dati di ripresa sono reali e sono il frutto di ciò che la politica si è impegnata a fare in questi anni

pubblicato il .

Intervento a 7Gold.

Tutti i dati di questo periodo certificano che l’Italia è uscita dalla crisi.
Le stime del PIL certificano che abbiamo superato addirittura le previsioni fatte con l’ultima Legge di Stabilità, che tutti davano per sovrastimate.
Ci sono, quindi, molti indicatori positivi: c’è una fortissima ripresa della fiducia da parte degli imprenditori e dei consumatori, che è tornata a livelli pre-crisi. Siamo anche tornati ad avere il numero di occupati che c’era nel 2008, prima della crisi: nessuno lo aveva previsto.
Questi dati, dunque, dicono che possiamo guardare al futuro con un po’ di maggiore fiducia e che possiamo chiudere con la propaganda di chi dice che tutto va male e siamo un Paese in declino.
Il Paese ha bisogno di fiducia e di speranza e non siamo condannati ad un inarrestabile declino, non lo eravamo neanche prima e questi dati lo dimostrano e cominciano anche ad essere importanti per la vita quotidiana delle persone.