Web, economia e lavoro, scuola

pubblicato il .

Intervento a Radio Lombardia (video).

Da Relatore del Decreto Giustizia al Senato, ho dato parere favorevole, così come ha fatto il Governo, ad un emendamento in cui si sostiene sostanzialmente che si devono munire i telefonini dei minori di un “parental control”, che c’è su qualunque televisore, per non consentire l’accessibilità dei minori a contenuti pornografici.
Mi pare un provvedimento di buon senso.
Mi pare anche di capire che si dovranno valutare alcune conseguenze dal punto di vista tecnico e lo farà chi di dovere, però, credo che abbiamo fatto una scelta semplicemente di buon senso, estendendo ai telefonini e ad altri apparati elettronici il “parental control” che già oggi funziona quotidianamente sulle televisioni.

Sul fronte economico, penso, intanto, che ci debba essere il tentativo di investire gran parte delle risorse che abbiamo stanziato con il Decreto Rilancio e quelle che ci aspettiamo dall’Europa per creare lavoro, per rendere più competitive le nostre imprese e, in questo modo, garantire anche l’occupazione.
In questi mesi abbiamo lavorato per garantire gli ammortizzatori sociali per chi ha perso il reddito, come i lavoratori delle piccole aziende, i lavoratori autonomi, le partite IVA. Penso che abbiamo fatto bene e dobbiamo continuare a farlo, ma non in modo da rendere la cassa integrazione una sorta di meccanismo automatico. Il tema, infatti, non è quello di garantire più ammortizzatori sociali ma di garantire gli ammortizzatori sociali a chi ne ha bisogno davvero. Ci sono molti settori che hanno ripreso a lavorare e non ha senso, quindi, estendere a tutti gli ammortizzatori sociali. Adesso dobbiamo garantire assistenza e aiuto a chi ne ha bisogno e le altre risorse devono essere messe in campo per favorire chi dà lavoro.

Riguardo alla scuola dobbiamo fare in modo che quando riaprirà possa farlo senza dover poi interrompere l’attività per le elezioni.
Oggi Zingaretti ha rilanciato l’idea di fare i seggi fuori dalle scuole proprio per evitare di dover bloccare di nuovo l’attività didattica per alcuni giorni per allestire i seggi e sanificare gli ambiente. Se si riuscisse a fare anche questo, avremmo fatto tutto ciò che serve per reiniziare l’anno scolastico nel migliore dei modi.

Video dell'intervento»


Nascondi modulo commenti

 10000 Caratteri rimanenti

Antispam Aggiorna immagine Case sensitive