Verso l'approvazione del Decreto Semplificazioni

pubblicato il .

Approviamo un provvedimento che aiuta il Paese ad essere più semplice per i cittadini e le imprese.
Appalti più veloci meno burocrazia senza rinunciare a legalità e difesa ambientale.
Digitalizzazione per rendere la PA più accessibile ad aziende e cittadini.

Approvato un emendamento al Decreto Semplificazioni per il rilancio di parchi e aree protette

pubblicato il .

Al dl semplificazioni è stato approvato un emendamento sulle Zone economiche ambientali molto importante per il rafforzamento e il rilancio del sistema italiano delle aree protette, comprese le aree marine, anche in un'ottica di economia green.
Si tratta di un emendamento che riordina e stabilizza la governance dei Parchi, semplificando ed accelerando l'iter di nomina del Presidente e del Direttore, per evitare il rischio di blocco delle procedure, come è avvenuto in molti casi in cui il ministero è stato costretto a nominare i commissari. Si danno forme di sostegno sostenibile agli imprenditori nelle aree protette, assicurando la possibilità all'ente parco di garantire l'avvio e la promozione di attività eco-compatibili, privilegiando la rete delle micro e piccole imprese. Vengono valorizzati i beni demaniali presenti nei parchi nazionali, creando i presupposti per ristrutturarli e recuperarli.

Testo dell'emendamento:

Gli emendamenti al Decreto Semplificazioni per le Cooperative a proprietà indivisa

pubblicato il .

Ecco due emendamenti Decreto Semplificazione che sono stati approvati.
Uno riduce dal 20 al 10% il limite delle sofferenze necessarie perché le Cooperative a proprietà indivisa possano godere della Gasparrini:

A.S. 1883
Em. 10.171 (testo 2)

Mirabelli

Al comma 7, lettera b), numero 1), sostituire le parole: «pari ad almeno il 20 per cento dei soci» con le seguenti: «pari ad almeno il 10 per cento dei soci».

Decreto semplificazioni: trovato un equilibrio sulla rigenerazione urbana

pubblicato il .

Trovato l'accordo nella maggioranza sull'articolo 10 del Dl semplificazioni sulla rigenerazione urbana mentre si sta ancora studiando una soluzione condivisa sulle questioni dell'ammodernamento degli stadi e dell'aeroporto di Firenze.
Sull'articolo 10 è stata trovata una posizione equilibrata, condivisa da tutte le forze della maggioranza, che migliora il testo del Governo con un equilibrio tra la necessità di tutelare l'ambiente e il paesaggio e la possibilità di intervenire sulla riqualificazione urbana.
L'accordo e' su una riformulazione dell'emendamento a firma Loredana De Petris (Leu) e su un emendamento a firma Stefano Collina (Pd) che prevede "solo la Scia per gli ospedali, le scuole e l'edilizia sociale".