Gli emendamenti al Decreto Semplificazioni approvati

pubblicato il .

In Senato abbiamo approvato il Decreto Semplificazioni, che introduce una serie di norme che dovrebbero facilitare gli appalti e le opere pubbliche, agevolare gli investimenti sulle infrastrutture; velocizzare con la digitalizzazione i rapporti tra imprese e Pubblica Amministrazione e tra cittadini e Pubblica Amministrazione, rendendo meno burocratico il Paese e, quindi, creando più opportunità di costruire impresa e lavoro.
Inoltre, nel testo della legge c’è tutta una parte riguardante la possibilità di migliorare la qualità delle nostre città, consentendo che l’abbattimento e la ricostruzione degli edifici fatiscenti possa avvenire considerandoli come semplici ristrutturazioni, quindi, con norme urbanistiche meno complicate e, di conseguenza, consentendo che i lavori procedano in maniera più spedita.
Ci sono poi anche una serie di norme che riguardano l’ambiente e la green economy.

Ecco gli emendamenti al Decreto Semplificazioni che ho sottoscritto e che sono stati approvati:


ARTICOLO 1
Emendamento 1.36 (testo 2)
Mirabelli, D'Arienzo, Ferrazzi

Ora sarà più facile ricostruire nelle zone terremotate

pubblicato il .

Mi sembra molto importante e positiva l’approvazione dell’emendamento al Decreto Semplificazioni, sottoscritto da senatori di maggioranza e di opposizione, che renderà più semplice e rapido ricostruire nelle zone del cratere del terremoto del 2016.
È un emendamento che risponde alle esigenze poste delle amministrazioni di quei territori e dal commissario per la ricostruzione.
Grazie al testo approvato gli interventi della ricostruzione di edifici privati in tutto o in parte lesionati, crollati o demoliti, o oggetto di ordinanza di demolizione per pericolo di crollo, potranno essere più rapidi.
Si tratta di un passo importante che permetterà una concreta accelerazione del percorso della ricostruzione.

Testo dell'emendamento:

Em. 10.62 (testo 2)

Il Decreto Semplificazioni

pubblicato il .

Intervento svolto in tv a 7Gold (video).

Ieri in Commissione al Senato abbiamo finito di votare il Decreto Semplificazioni che introduce una serie di norme che dovrebbero facilitare il lavoro, facilitare gli appalti, facilitare gli investimenti sulle infrastrutture; velocizzare con la digitalizzazione i rapporti tra imprese e Pubblica Amministrazione ma soprattutto tra cittadini e Pubblica Amministrazione, rendendo meno burocratico il Paese e, quindi, creando più opportunità di costruire impresa e lavoro.

Domani in Senato voteremo definitivamente il Decreto Semplificazioni, poi il testo passerà alla Camera dei Deputati. È un decreto importante per tante ragioni. Intanto serve a velocizzare gli appalti e le opere pubbliche, dando la possibilità in particolare ai Comuni e alle Regioni di saltare dei passaggi e semplificare le gare per fare in modo che le opere pubbliche vengano fatte presto e che si possano mettere in campo subito molti miliardi e questo vuol dire molto lavoro che si può mettere in campo.

Verso l'approvazione del Decreto Semplificazioni

pubblicato il .

Approviamo un provvedimento che aiuta il Paese ad essere più semplice per i cittadini e le imprese.
Appalti più veloci meno burocrazia senza rinunciare a legalità e difesa ambientale.
Digitalizzazione per rendere la PA più accessibile ad aziende e cittadini.