Di Maio spieghi perché il Governo fa investimenti solo a Pomigliano d’Arco

pubblicato il .

Il Ministro dello Sviluppo economico e del lavoro Luigi Di Maio, in visita a febbraio presso lo stabilimento di Pomigliano d’Arco, ha riferito di un piano di investimenti per 130 milioni di euro per il rilancio del settore aerospaziale del Gruppo industriale "Leonardo", sulle linee produttive di Nola e Pomigliano, in Campania, senza fare riferimento ad alcuna ricaduta sull’attività svolta negli altri 4 siti produttivi dell’azienda - Grottaglie, Taranto, Brindisi e Foggia - che contano quasi 3000 lavoratori diretti e 2000 legati ad appalti ed indotto.
Per questo ho aderito ad un'interpellanza sottoscritta da numerosi parlamentari dem, che ha per oggetto l’azienda italiana Leonardo che opera nei settori della difesa.
Sempre in occasione della visita al sito di Pomigliano d’Arco, Di Maio ha annunciato lo sblocco del bando da un miliardo di euro a favore delle aziende del comparto aerospaziale. Alla luce di tali fatti, chiediamo al Ministro in quali occasioni abbia condiviso le ragioni dell’investimento di 130 milioni di euro esclusivamente nelle sedi campane con gli organi dirigenziali di Leonardo SpA, tenendo conto che il solo stabilimento di Grottaglie sviluppa il 50% del fatturato di tutta la Divisione Aerostrutture dell’Azienda Leonardo e che la Puglia, in questo settore, ha acquisito un prestigio di rilevanza mondiale, dovuto alle commesse in essere con importanti player internazionali nell’ambito di rilevantissimi progetti che si svilupperanno anche nei prossimi anni.
Chiediamo ancora al Ministro mediante quali modalità, abbia previsto un coinvolgimento delle sedi pugliesi nel progetto di investimenti annunciato lo scorso 18 febbraio.

La situazione dell'Ilva

pubblicato il .

Adesione ad un'interpellanza sull'Ilva di Taranto.

Testo dell'interpellanza:

Atto n. 2-00021 (procedura abbreviata) - Pubblicato il 5 febbraio 2019, nella seduta n. 87

Al Presidente del Consiglio dei ministri e ai Ministri dello sviluppo economico e dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare.

Premesso che:

Il Governo si attivi per far fronte ai cambiamenti climatici

pubblicato il .

Adesione ad una mozione del gruppo PD sulle azioni da mettere in campo per far fronte ai cambiamenti climatici.

Testo della mozione:

Atto n. 1-00194 - Pubblicato il 2 dicembre 2019, nella seduta n. 169

Il Senato,

premesso che:

il nostro Paese si confronta con sempre maggiore frequenza con eventi climatici estremi, che rappresentano l'effetto dei profondi mutamenti climatici subiti dal pianeta; alluvioni, siccità, ondate di calore, innalzamento del livello del mare ed aumento del cuneo salino si susseguono senza sosta, in diverse parti del mondo, determinando lutti e danni economici a persone, animali e interi sistemi produttivi;