Criminalità organizzata e potere economico

pubblicato il .

Intervento all'incontro "Criminalità organizzata e potere economico" (video).

Innanzitutto, ci tengo a dire che, dopo 50 anni di Commissione Parlamentare Antimafia, in questa legislatura abbiamo deciso di fare del tema delle mafie al Nord una questione centrale e prioritaria per i nostri approfondimenti perché c’era bisogno di capire cosa sta avvenendo in questi territori.
La Commissione Antimafia ha, così, chiesto a Nando Dalla Chiesa e all’Università degli Studi di Milano di preparare una serie di studi e di dati che consentissero di capire la situazione e, da questo lavoro, sta emergendo un quadro interessante.
Tra le cose emerse, c’è il fatto che al Nord viviamo in una società assolutamente impreparata ad affrontare il tema delle mafie, che non conosce cosa esse siano perché ha in testa degli stereotipi che non corrispondono alla realtà. Al Nord si pensa che la mafia sia fatta di personaggi che girano al Sud con la coppola e lupara e sparano, mentre al nei territori del Nord si pensa che ci siano i picciotti che arrivano con la valigia piena di soldi derivanti da affari illeciti da investire in Borsa.
In realtà, dalle inchieste e dai Rapporti stilati dall’Università degli Studi di Milano, si vede bene che la mafia al Nord è qualcosa di molto diverso.

Incontro su criminalità organizzata e potere economico

pubblicato il .

Venerdì 23 ottobre alle ore 20:30 presso il CAM Garibaldi (in Corso Garibaldi 27 a Milano), l'Associazione Democratici per Milano, in collaborazione con il Gruppo PD del Consiglio di Zona 1, organizza l'incontro "Criminalità e potere economico" con la presentazione del libro “La regola. Giorno per giorno la ‘ndrangheta in Lombardia” di Giampiero Rossi, giornalista della cronaca milanese del Corriere della Sera.
La serata, aperta al pubblico e a cui invito a partecipare, sarà l’occasione per discutere della presenza e dell’attività delle organizzazioni criminali - e in particolare della ‘ndrangheta - nei territori del Nord, come raccontato nel libro del giornalista Rossi (scheda del libro - PDF), anche attraverso la ricostruzione di quanto emerso dalle numerose inchieste in corso e con l’aiuto degli studi realizzati dal Prof. Ciconte e dal Prof. Dalla Chiesa. Inoltre, con David Gentili verrà approfondito il lavoro svolto dalla Commissione Antimafia del Comune di Milano nel corso di questi anni, mentre per quel che mi riguarda racconterò le problematiche affrontate dalla Commissione Parlamentare Antimafia e il lavoro svolto in questi mesi in Commissione e in Parlamento sul fronte della legalità e per contrastare la criminalità organizzata.

Le mafie al Nord

pubblicato il .

Intervento agli Incontri Riformisti a Tartano (video).

Nella relazione di Nando Dalla Chiesa e nel libro “La Regola; giorno per giorno la ‘ndrangheta in Lombardia” di Giampiero Rossi c’è un racconto del radicamento della ‘ndrangheta e della criminalità organizzata nel Nord Italia di cui avevamo bisogno.
In questa legislatura, nella Commissione Parlamentare Antimafia c’è una maggiore partecipazione di parlamentari che vengono dalle Regioni del Nord e, forse anche grazie a questo, si è scelto come filone principale della nostra attività quello di studiare la presenza della criminalità organizzata in questi territori.
Sulla base di questa scelta, la Commissione Antimafia si è avvalsa della collaborazione dei rapporti elaborati da Nando Dalla Chiesa e dall’Università degli Studi di Milano e ha cominciato a girare tutte le realtà del Nord per cercare di capire meglio alcune dinamiche e studiare le inchieste in corso.
A mio avviso, sono state fatte cose importanti ma che non sono minimamente comprese dall’opinione pubblica. I film sulla ‘ndrangheta al Nord, ad esempio, non raccontano ciò che abbiamo potuto osservare e studiare in Commissione Antimafia. I luoghi comuni sulla presenza della criminalità organizzata al Nord sono ancora quelli del “picciotto” che arriva più o meno vestito bene con la valigetta piena di soldi derivanti dal traffico di droga e li porta in Borsa.
Secondo i luoghi comuni, il Nord è solo un luogo in cui si ricicla il denaro mentre, invece, lo scenario che hanno svelato le inchieste è molto diverso e anche molto più preoccupante.

Credibilità della politica e ruolo dei partiti: una prospettiva per rilanciare il futuro

pubblicato il .

Quando si parla di crisi della rappresentanza, ridurre questo concetto alla crisi del rapporto tra politica e cittadini o tra partiti e società è sbagliato. Oggi siamo in un contesto in cui la crisi di rappresentanza coinvolge tutta la società italiana: c’è una crisi della politica, una crisi delle istituzioni, una crisi dei corpi intermedi, una crisi della rappresentanza del mondo economico. È una crisi più complessiva della democrazia. La crisi economica ha aumentato la distanza tra i cittadini e la politica. Di fronte alla crisi economica la politica non è riuscita a dare quelle risposte concrete che da tanti anni ormai i cittadini in difficoltà chiedono. Le cause sono legate agli errori e alle sottovalutazioni della politica ma anche alla oggettiva difficoltà a trovare strumenti nuovi di intervento in un mondo cambiato, globalizzato e in cui le decisioni su economia e finanza vengono spesso assunte in luoghi sovranazionali dove la politica fa fatica a intervenire.
In questo contesto il tema di ridare credibilità alla politica e fiducia nella democrazia e nelle istituzioni è centrale perché, per ribaltare la situazione in cui attualmente ci troviamo, serve innanzitutto ridare credibilità alla politica e per far questo serve cambiare la politica, cambiare le istituzioni, dimostrare coi fatti la volontà di mettere al centro l'interesse generale dei cittadini e del Paese.