Le vaccinazioni per i senza dimora e chi opera per l'accoglienza

pubblicato il .

Adesione ad un'interrogazione del Gruppo PD per chiedere al Governo di vaccinare le persone senza dimora e chi opera nelle strutture di accoglienza.

Testo dell'interrogazione:

Atto n. 4-05363 - Pubblicato il 27 aprile 2021, nella seduta n. 320

Al Ministro della salute.

Premesso che:

con la pandemia in corso una delle principali azioni di prevenzione a livello nazionale e regionale è l'imposizione di rimanere nelle proprie abitazioni, limitando gli spostamenti a comprovate esigenze lavorative o sanitarie, oltre alle urgenze, quali l'acquisto di beni di prima necessità;

le persone che non hanno una casa, i "senza dimora", non possono rispettare tali regole, sono costrette a vivere all'aperto in situazioni oggettivamente a rischio di contagio e non tutte trovano ricovero presso le strutture;

il numero dei senza dimora è aumentato notevolmente a seguito della pandemia, coinvolgendo categorie di persone che hanno subito gravi conseguenze economiche e sociali, che in molti casi non trovano posto presso i centri di accoglienza comunali;

gli operatori e i volontari che lavorano presso le strutture di accoglienza sono quotidianamente esposti a rischio di contagio, venendo a contatto con le persone che assistono;

considerato che:

con decreto ministeriale del 12 marzo 2021 il Ministro della salute ha adottato il "piano strategico nazionale dei vaccini per la prevenzione delle infezioni da SARS-CoV-2", elaborato di concerto con il commissario straordinario per l'emergenza, l'Istituto superiore di sanità, AGENAS e AIFA; il piano, coerentemente con il piano strategico nazionale del Ministero della salute, fissa le linee operative per completare al più presto la campagna vaccinale;

nell'ambito del piano, i volontari socioassistenziali non sono equiparati al personale sociosanitario inserito nelle graduatorie delle categorie da vaccinare, o allo stesso personale universitario che lavora in smart working, pur svolgendo un'attività a diretto contatto con le persone,

si chiede di sapere:

se il Ministro in indirizzo, in accordo con il commissario straordinario per l'emergenza, intenda inserire le persone senza dimora e chi opera nelle strutture di accoglienza nelle liste prioritarie per la vaccinazione;

se intenda avviare un coordinamento con ANCI per rafforzare, in tali ambiti, la richiesta di priorità nella vaccinazione per i senza dimora e per gli operatori delle strutture di accoglienza.
Pin It

Nascondi modulo commenti

 10000 Caratteri rimanenti

Antispam Aggiorna immagine Case sensitive