Il decreto sicurezza è il manifesto della Lega

pubblicato il .

Intervento in Conferenza Stampa sul Decreto Sicurezza (video).

Consideriamo il “decreto sicurezza” una legge manifesto, che non dà più sicurezza ai cittadini perché non ci sono norme per questo, anzi, rischia di peggiorare la situazione perché aumenta i margini per la clandestinità e le irregolarità.
Voglio dire con chiarezza che è il manifesto di una parte di questa maggioranza e credo che da lì derivino molte delle difficoltà che oggi sta incontrando il decreto e anche il Governo.
Questo è il manifesto della Lega, sono sufficienti pochi esempi a dimostrarlo e per mostrare cosa deve ingoiare più o meno volentieri M5S e quale incoerenza ha il Movimento 5 Stelle nel sostenere questo decreto rispetto al passato.
Faccio tre esempi: nella scorsa legislatura il PD è stato messo alla gogna sullo Ius Soli, oggi M5S vota un decreto che dice che i giovani nati in Italia, che hanno vissuto e studiato in Italia, per avere la cittadinanza italiana, quando compiranno i 18 anni dovranno aspettare altri 4 anni e non più 2 come era fino ad ora. Questo credo che sia un dato significativo.
In secondo luogo, ci è stato spiegato che le regole vanno rispettate, non ci possono essere deroghe mentre ora, in nome della costruzione rapida di più centri per i rimpatri, il Movimento 5 Stelle accetta di non fare le gare per appaltare la costruzione di questi centri.
Infine, mi pare evidente che la questione della lotta alle mafie, che gli esponenti di M5S hanno sempre vantato come un loro punto d’onore, sparisce da questo decreto.
Anzi, da questo decreto sembra che sia più importante colpire i parcheggiatori abusivi o i negozietti etnici piuttosto che le mafie.
In questo decreto la lotta alle mafie non è una priorità. Si parla di lotta alla mafia soltanto per sostenere la necessità di vendere in fretta i beni confiscati, facendo venir meno uno dei principi della legge Pio La Torre, che era quello di prendere dalle mafie per restituire ai cittadini.
Anche su questo, quindi, credo che M5S, che ha sempre vantato di fare della lotta alla mafia una priorità, debba ammettere che il decreto sicurezza va nella direzione opposta.

Video della conferenza stampa»




Intervento al Tg5 (video): Il decreto sicurezza è un provvedimento di propaganda, un manifesto: non c’è una norma che garantisca maggiore sicurezza ai cittadini; in compenso produrrà a meno integrazione, più clandestinità e alla fine saremo tutti più insicuri.



Nascondi modulo commenti

 10000 Caratteri rimanenti

Antispam Aggiorna immagine Case sensitive