L'Italia ha grandi risorse e potenzialità

pubblicato il .

Intervento in Tv a 7Gold (video).

La denuncia fatta dalla Iene sui rifiuti a Roma è vera: la situazione è drammatica ma questo non è ciò che avviene in tutto il Paese. Sui giornali oggi c'è la classifica dei Comuni più virtuosi rispetto alla raccolta differenziata, che è un tema su cui si sta lavorando e su cui l'Italia è tra i migliori Paesi del mondo. Quando si riescono ad organizzare le cose, poi i cittadini si assumo la responsabilità di fare bene. L'Italia, quindi, non è tutta un disastro e continuare a dire questo non aiuta ma, anzi, spesso spinge ad accontentarsi delle situazioni, comprese quelle che vanno cambiate. L'Italia ha grandi risorse e potenzialità.

Ripristinare le strutture per interventi sul dissesto idrogeologico

pubblicato il .

Intervento in tv a 7Gold (video).

Solo tra Liguria e Piemonte in questi giorni si sono verificate circa una cinquantina di frane; la situazione diffusa nel Paese mostra che il dissesto idrogeologico rende l’Italia molto a rischio. Per troppo tempo, negli anni ’60, ’70, ’80, abbiamo ferito il nostro territorio costruendo molto e senza guardare alla necessità di tutelare il territorio. Oggi il rischio, anche con i cambiamenti climatici che hanno portato ad avere piogge più frequenti e molto abbondanti, è che il nostro territorio, già indebolito dal fatto che è stato poco curato, crei questi problemi. Dobbiamo sapere, dunque, che abbiamo di fronte anni in cui i cambiamenti climatici continueranno e noi dobbiamo fare investimenti sul futuro. L’anno scorso è stata tolta l’unità di missione che si stava occupando proprio del dissesto idrogeologico: questa non è stata una mossa lungimirante. Ora, i fatti di questi giorni mostrano chiaramente che bisogna ripristinare le strutture dedicate agli interventi sul dissesto idrogeologico. Abbiamo di fronte anni in cui i cambiamenti climatici continueranno e, quindi, dobbiamo investire per sistemare il nostro territorio.

Il valore dell'acqua

pubblicato il .

Dichiarazione a margine dell'evento "Valore Acqua per l'Italia" (video).

Occorre che, anche nel nostro Paese, cresca la consapevolezza del fatto che l’acqua non è un bene illimitato: va risparmiato, va gestito e va salvaguardato.
L’acqua è uno dei grandi temi del futuro del Pianeta.
Io penso che la politica debba cominciare a intervenire per incentivare comportamenti positivi, a partire dal pacchetto ambientale che si sta proponendo con questo Governo. Nelle costruzioni, ad esempio, si possono prevedere i serbatoi per contenere l’acqua piovana; nelle città bisogna differenziare gli scarichi fognari dall’acqua piovana.
Ci sono, quindi, una serie di strumenti che possiamo mettere in campo per aiutare a salvaguardare l’acqua sia dall’inquinamento sia dallo spreco.

Video della dichiarazione»

Valore Acqua per l’Italia

pubblicato il .

Intervento all'incontro "Valore Acqua per l’Italia" (video).

La discussione sulla legge che riordina tutta la questione dell’acqua, in questo momento, è incardinata alla Camera dei Deputati.
Sono state fatte molte audizioni e sono arrivati molti contributi.
Penso che, al punto in cui siamo arrivati, ci siano le condizioni affinché la maggioranza avanzi una proposta che raccolga, a partire dal Disegno di Legge presentato, le diverse osservazioni che sono state fatte e che sono sul campo.
In particolare, credo che ci sia bisogno di ragionare sugli investimenti sul settore perché, guardando all’interesse dei cittadini, abbiamo alcuni problemi molto seri su cui bisogna intervenire.
Innanzitutto, un primo problema riguarda la qualità: la qualità degli impianti, la qualità della tecnologia, il tema della dispersione idrica, la depurazione e la qualità dell’acqua che arriva nei rubinetti e che viene utilizzata.
Guardando questi aspetti, quindi, dobbiamo realizzare una legge che raggiunga questi obiettivi cercando di incidere il meno possibile sulle bollette e, quindi, arrivando a promuovere un efficientamento complessivo del sistema.