mirabelli

Un errore il voto all'emendamento sulle Slot

Mirabelli: "E' stato solo un errore, già pronto il rimedio"
Intervista - La Repubblica, 20 dicembre 2013 (file pdf)

L'emendamento "porcata" copyright di Matteo Renzi - l'ha votato anche il senatore del Pd Franco Mirabelli: «È stato un errore a cui abbiamo già cominciato a porre rimedio».
Un errore, una svista...

«Una porcata, sono d'accordo con Renzi. Ma l'ha fatta chi ha presentato l'emendamento».
Cioè i vostri alleati del Nuovo centrodestra.
«Loro, certo. Noi quella norma neppure l'abbiamo vista. Quando si devono votare 300 emendamenti in tre ore ci si fida del governo».
Adesso vi accusano di predicare bene a Milano e di razzolare male a Roma...
«Non è così, il Pd ha presentato diverse proposte contro il gioco d'azzardo.
Per tutelare la salute di chi è coinvolto in questa mania, e anche per impedire il riciclaggio del denaro sporco».

Albo degli Amministratori giudiziari e di beni confiscati

Dopo le prime audizioni in Commissione Antimafia abbiamo depositato a firma Ricchiuti, Mirabelli il seguente Disegno di Legge per favorire una gestione più trasparente dei beni sequestrati e garantirne l'utilizzo per finalità pubbliche.

Proposta di Legge Ricchiuti, Mirabelli e altri A.S. 1210 (file PDF)

Istituzione dell'Albo Nazionale degli Amministratori Giudiziari e degli Amministratori dei beni confiscati alla criminalità organizzata.

In una recente missione della Commissione d’inchiesta parlamentare sul fenomeno della mafia a Reggio Calabria (9 e 10 dicembre 2013) è emerso – ove ve ne fosse stato ancora bisogno – quanto sia importante, nel contrasto alle mafie e alla criminalità, il momento dell’amministrazione, della gestione e della destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla associazioni malavitose.

Rimborsi Regione: dimostrato che tutte le spese erano legittime

Il Pubblico Ministero ha chiesto l'archiviazione della mia posizione nell'ambito dell'inchiesta sull'utilizzo dei fondi per i rimborsi in Regione Lombardia, sono quindi cadute tutte le accuse.
Si è, infatti, dimostrato che erano tutte spese legittime, legate alle attività politiche e istituzionali e l'esiguità delle spese stesse palesa che non vi è stato alcun comportamento teso ad approfittare dei rimborsi.
Sapevo di non aver fatto nulla di male ma sono sollevato.
Grazie a tutti quelli che hanno creduto nella mia onestà.

Qui è possibile scaricare l'atto ufficiale della Procura della Repubblica (file pdf).