mirabelli

Dal PD pochi emendamenti al Decreto Avvocati per favorire una rapida approvazione

Il Pd ha depositato 9 emendamenti al decreto sull’esame per gli avvocati.
Pochi emendamenti per favorire una rapidissima conversione senza rinunciare a rappresentare alcune delle istanze che vengono dalle associazioni dei giovani avvocati.
Abbiamo presentato una proposta perché siano redatti dal ministero 500 quesiti per ciascuna delle materie oggetto della prima prova e una per videoregistrarla, per trasparenza ed evitare futuri ricorsi.
Altri emendamenti intervengono sui tempi dell’esame e le materie con piccole modifiche.
Lavoriamo per consentire che l’esame si svolga ad aprile assicurando, nell’interesse di chi lo sosterrà, serietà e trasparenza.

Le ragioni del testo unificato al Senato per la legge sulla Rigenerazione Urbana

Articolo pubblicato dal Sole 24 Ore (file PDF).

Il testo unificato sulla rigenerazione urbana nasce dalla sintesi di più disegni di legge presentati da tutti i gruppi parlamentari e ha raccolto molti elementi da questi derivanti. È anche per questo che il testo in Commissione è stato assunto all'unanimità, con una sola astensione.
La proposta cerca di dare una visione di lungo periodo sulla rigenerazione urbana e propone soluzioni che permettano la condivisione delle decisioni e delle scelte tra Stato, Regioni e Comuni fino a prevedere il dibattito pubblico.
Non vi è rischio di intervenire in ambiti di competenza prettamente regionali né di sovrapporsi con disposizioni regionali esistenti.
Il Disegno di Legge attribuisce alle Regioni un ruolo rilevante su ripartizione delle risorse, adozione di disposizioni per la rigenerazione urbana, definizione dei criteri per individuare gli ambiti su cui intervenire, specifici programmi per l'edilizia Residenziale Pubblica, individuazione di proprie risorse da destinare ai bandi.

Onorare le vittime di mafia rinnovando l'impegno contro gli affari delle cosche

Ricordare le vittime di mafia è un impegno, che rinnoviamo ogni 21 marzo, a combattere la criminalità organizzata, a difendere e affermare la legalità. Serve più che mai oggi ricordare che le mafie significano omicidi, violenze, prevaricazioni, rinuncia alla libertà.
Sono le stesse mafie che oggi cercano di sfruttare la crisi e aggredire gli appalti e l’economia legale, che mettono il pizzo e sfruttano il lavoro.
Sono le stesse mafie che immettono miliardi di euro di provenienza criminale nel mercato, inquinando la nostra democrazia e cercando di radicarsi in tutta la nostra società.
La giornata in ricordo delle vittime di mafia va onorata con l’impegno dello Stato a impedire che la sofferenza di tanti, da una parte, e i soldi che stanno arrivando per ripartire, dall’altra, diventino affari per le cosche.
Mettere in sicurezza gli appalti, fare di più contro l’usura e combattere la corruzione sono le priorità per rinnovare l’impegno che è costato la vita a tanti.