m6

Allarme mafie. Gli affari della criminalità organizzata sull'epidemia

Intervento all'incontro "Allarme mafie. Gli affari della criminalità organizzata sull'epidemia" organizzato dal Forum Legalità del PD Lombardia con la partecipazione anche di Nando Dalla Chiesa e Claudia Peciotti (video dell'incontro).

In questa fase delicata, non c’è soltanto il tema dell’aggressione alle imprese da parte delle mafie, che sfruttano la carenza di liquidità e si propongono come finanziatori, come è già avvenuto anche durante la crisi economica del 2008.
In quell’occasione, la 'ndrangheta è riuscita a penetrare nell’economia legale e poi l’ha condizionata in maniera molto significativa, offrendo anche servizi finanziari.
Non credo nemmeno che ci sia solo la questione degli appalti: penso che le mafie, soprattutto nel Mezzogiorno, per aumentare il proprio consenso sociale, possano attrezzarsi per creare una sorta di welfare parallelo dove lo Stato non riesce a garantire sostegno alle famiglie e alle persone che perdono il reddito e che andranno ancora più in difficoltà nei prossimi mesi.

Sulle scarcerazioni dei boss coinvolgere Procura e Direzione nazionale Antimafia

Accogliendo la proposta venuta anche dal PD, il Presidente Morra ha convocato per dopodomani la Commissione Antimafia, per esaminare la situazione legata alle scarcerazioni di alcuni boss mafiosi, che tanto sconcerto e preoccupazioni hanno creato.
In Commissione Antimafia e in Parlamento lavoreremo per sostenere una proposta chiara: quella di coinvolgere da subito, nella definizione dei provvedimenti dei magistrati di sorveglianza su detenuti al 41 bis, la Procura e la Direzione Nazionale Antimafia.
Questo può essere già fatto con un prossimo decreto, come ha ipotizzato il Ministro della Giustizia.
Vogliamo evitare che pericolosi detenuti per il 41 bis, con collegamenti con la criminalità organizzata, possano uscire, e vogliamo porre fine a volgari speculazioni come quelle di Salvini.

Evviva la libertà, evviva la democrazia

Buon 25 aprile!!!
Evviva la libertà, evviva la democrazia.
Grazie a chi giovane o anziano, donna o uomo, operaio o dottore, povero o ricco ha combattuto, si è sacrificato per regalarci libertà e democrazia.
Tocca a noi onorarli, tocca a noi difendere quelle idee e quei valori