Ci sono problemi seri, chi governa dovrebbe governare invece che fare campagna elettorale

pubblicato il .

Intervento a Radio Lombardia.

C’è una rissosità continua all’interno del Governo perché Lega e M5S vogliono cercare di nascondere quello che hanno dovuto ammettere con la presentazione del DEF e cioè che il Paese è in grandissima difficoltà: ad oggi, se non si trovano 23 miliardi (e non sanno dove trovarli) aumenterà l’IVA al 25%.
Servono 40 miliardi soltanto per rientrare dai buchi prodotti dalle previsioni di crescita sbagliate fatte con la Legge di Bilancio e qualcuno parla di Flat Tax, che vorrebbe dire trovare ulteriori 15 miliardi! Nessuno dice come si troveranno tutte queste risorse.

La separazione dei ruoli tra Ministri di Governo e capi politici sarebbe ipocrita se però si evitasse almeno la campagna elettorale permanente sarebbe meglio. In queste settimane le due forze di maggioranza stanno annunciando di tutto, litigando su tutto.

Dopo i numeri verità del Def ricomincia la campagna elettorale

pubblicato il .

Intervento in Tv a 7Gold.

Io sono molto preoccupato: mi pare che il DEF abbia fatto un’operazione verità che è durata lo spazio di mezza giornata perché poi si è ricominciato con la propaganda e la campagna elettorale.
L’operazione verità è che le previsioni di crescita dell’1% fatte nella Legge di Bilancio dello scorso anno si sono rivelate sbagliate perché in realtà è dello 0,2%.
Questo vuol dire che ci saranno tre o quattro miliardi in meno di entrate nelle casse dello Stato per soldi che sono già stati spesi.
Lo spread è stato di 100 punti sopra la media per tutta la durata di quest’ultimo anno e questo significa un aggravio ulteriore dei costi.

Flat tax? Solo promesse

pubblicato il .

Intervento a SkyTg24 (video).

Il Def è una parentesi di verità nella campagna elettorale permanente del governo di Lega-M5s.
Sancisce che la crescita non sarà dell’1%, ma dello 0,2% e che mancano 23 miliardi per evitare l’aumento dell’Iva e anche la perdita di detrazioni importanti per i cittadini.
La flat tax? Costa almeno 15 miliardi.
Quindi il governo deve dirci dove troverà quasi 40 miliardi.
Vanno avanti con promesse irrealistiche ma metteranno le mani nelle tasche degli italiani, per forza.

Video dell'intervento»

M5S pensi alla trasparenza della piattaforma Rousseau

pubblicato il .

Le accuse di Casaleggio al Garante della privacy sono l’unico vero e grave attacco politico in una vicenda che dimostra quello che da tempo il Pd e tanti altri denunciano: la scarsa trasparenza, la totale opacità della piattaforma Rousseau che non riesce o non vuole proteggere la sicurezza dei cittadini che si iscrivono.
Alla faccia della legalità sempre declamata dal M5S.
L’authority aveva da tempo ammonito sui rischi, tanto che ieri lo stesso Casaleggio aveva affermato di aver recepito i richiami.
Oggi si scaglia contro il Garante. Sarebbe meglio che forze politiche che oggi governano il Paese la smettessero di attaccare le istituzioni terze che sono state fatte a garanzia della legalità e di tutti i cittadini, anche di quelli che credono nel movimento grillino.