Anche Salvini deve rispondere alla legge

pubblicato il .

Intervento a SkyTg24.

La magistratura verifica la correttezza degli atti di tutti i cittadini rispetto alle leggi. Di tutti i cittadini, compresi i ministri. Anche i politici e chi governa devono rispettare le leggi e se compiono reati devono pagare. Devono essere i magistrati, e non i militanti di questo o quel partito, a stabilire se il ministro Salvini ha commesso reati nel caso Diciotti e per questo noi voteremo sì all'autorizzazione a procedere. Non capiamo perché non si voglia dare alla magistratura la possibilità di verificare se le leggi sono state rispettare. Neanche la difesa che lo sbarco fu impedito da tutto il governo regge, perché sappiamo benissimo che non fu così, che il premier e altri esponenti del governo non condivisero le scelte del ministro dell'Interno. Si stanno forzando le norme per evitare che la giustizia faccia il suo corso.

C’è bisogno di una reazione politica e sociale ai femminicidi

pubblicato il .

Intervento a 7Gold.

La vicenda di Sana è una vicenda brutta, che non si deve ripetere. È evidente che il fatto che fosse un tribunale pakistano a dover sentenziare sul caso rendeva più difficile la possibilità di avere giustizia.
La vicenda di Sana rientra nella categoria dei femminicidi. I femminicidi stanno dilagando. Le donne, troppo spesso, sono oggetto di violenza e per questo c’è bisogno di una reazione politica e sociale che comprenda che non è un caso questo fenomeno. La cronaca tutti giorni riporta di donne uccise o ferite tra le mura domestiche. Recentemente abbiamo fatto leggi affinché questo non possa più succedere. In Parlamento, anche in questa legislatura, si è appena costituita una commissione di inchiesta sui femminicidi.
La Lega, che è una forza di Governo, e in particolare il Ministro degli Interni ogni volta spiega, invece, che lo Stato non è in grado di difendere i cittadini e, quindi, che ciascuno si deve difendere da solo e questo è preoccupante.

I 5 Stelle ormai hanno smontato il loro apparato legalitario

pubblicato il .

Intervento svolto a Tagadà su La7.

Non ho elementi per dire cosa succederà dopo le elezioni europee.
Il PD sta facendo un congresso, il 3 marzo eleggeremo un nuovo Segretario e si ripartirà da lì.
Le europee sono elezioni europee. Si misurerà certamente anche il consenso attorno alle forze politiche.
Credo che ci sia anche un tema di responsabilità nei confronti del Paese. Questo Governo ha fatto delle scelte molto impegnative: ha indebitato il Paese per fare due provvedimenti in particolare – reddito di cittadinanza e quota 100 - che non ci potevamo permettere e, a questo punto, le forze di maggioranza si devono assumere la responsabilità di andare fino in fondo ed essere loro a decidere dove trovare i 23 miliardi che serviranno per evitare l’aumento dell’IVA al 25%.

Imprese: da Zingaretti investimenti innovativi

pubblicato il .

Il presidente Zingaretti ha illustrato oggi a Milano un progetto innovativo per il sostegno del tessuto produttivo e per invertire la fase recessiva che ha investito il sistema economico a causa dell'inerzia e delle scelte demagogiche della maggioranza gialloverde.
Il programma di intervento attraverso il 'venture capital' (capitale di rischio, ndr) presentato nella città simbolo dell'innovazione e della modernità, è anche la conferma della visione strategica di Zingaretti, della sua capacità di trovare soluzioni nuove, al passo con i tempi, in una fase complicata per il nostro Paese.