Tutela per i whistleblower

pubblicato il .

Il 14 novembre comincia la discussione alla Camera della legge a tutela di chi segnala corruzione e irregolarità sul posto di lavoro (whistleblower): anche se vedo che ci sono un po’ di dubbi e osservazioni che stanno emergendo io spero e mi auguro che si approvi in modo definitivo, anche perché credo che sarebbe peccato non portare fino in fondo questo provvedimento per poi dover ricominciare da capo nella prossima legislatura. Penso che sia compito del Parlamento che ci ha lavorato fino adesso portarla a termine. Tra l’altro, c’è stato anche l’appoggio del Governo e del Ministero della Giustizia, quindi penso che ci sia la consapevolezza in tutti che sia importante portare a casa questo provvedimento.
Purtroppo è stato un percorso molto lungo anche perché abbiamo dovuto migliorare l’impianto della legge in Senato. L’abbiamo emendato per dare più garanzie a chi denuncia ma ovviamente la Camera deve riuscire a votare il testo senza modificarlo, anche perché noi al Senato abbiamo costruito un equilibrio tra la necessità di tutelare chi denuncia e dall’altra parte fare in modo che questo strumento non diventi uno strumento per favorire denunce non appropriate o che non hanno fondamento. Mi pare che l’abbiamo trovato questo equilibrio, per quanto si possa sempre fare meglio, ma mi sembra che in questo momento la cosa più importante sia arrivare all’approvazione della legge.
Articolo completo su Riparte il Futuro

Nascondi modulo commenti

 10000 Caratteri rimanenti

Antispam Aggiorna immagine Case sensitive