Sostegno del PD Milanese all'emendamento Mirabelli al Milleproroghe riguardante la Direttiva Bolkestein

pubblicato il .

Pieno sostegno da parte di tutti i parlamentari e amministratori milanesi del PD per l'emendamento del senatore milanese Franco Mirabelli, che ha l'obiettivo di mettere ordine sul tema direttiva Bolkestein. Grazie ad esso, che rivede l’attuale testo del Milleproroghe, molti Comuni lombardi, fra cui Milano, potranno finalmente allinearsi alla norma europea e procedere all’apertura dei bandi per la concessione degli spazi pubblici, come anche richiesto dalle associazioni di categoria a partire da FIVA-CONFCOMMERCIO.
"L’emendamento metterà la parola fine al caos creatosi negli enti locali e va a tutelare i tanti operatori che, in vista della messa al bando degli spazi pubblici, avevano già provveduto a definire gli adempimenti burocratici per potersi presentare alla gara con tutti i requisiti, quindi procedendo ad una riorganizzazione dell’attività, con connessi costi", spiega Mirabelli.
Grazie anche al lavoro dell’assessore Cristina Tajani, nella città di Milano, gli uffici del Comune non sono impreparati per affrontare questa piccola rivoluzione, che andrà a regolarizzare e sanare molte situazioni ancora precarie nel mondo del commercio.
"Anche alla Camera ci sarà il sostegno all'emendamento del senatore Mirabelli", dichiara Lia Quartapelle, deputata milanese.
Scheda DDL Milleproroghe»  - Testo del DDL Milleproroghe (file PDF)»  

Testo dell’emendamento:

A.S.2630
Emendamento Art. 6

Sostituire il comma 8 con il seguente: «8. Fatti salvi gli effetti degli atti già adottati dai Comuni per i procedimenti di selezione pubblica alla data del presente decreto per le concessioni per commercio su aree pubbliche, nel rispetto delle disposizioni stabilite dall’Intesa in Conferenza Unificata 5 luglio 2012 e nel rispetto dei principi di tutela della concorrenza, il termine ultimo per l’avvio dei procedimenti relativi è fissato al 4 luglio 2017. Le concessioni di posteggio su aree pubbliche in scadenza ai sensi delle lettere b) e c) del punto 8 della medesima intesa e riassegnate con i procedimenti di cui al periodo precedente decorrono dal 1 gennaio 2018. Nelle more dell’espletamento delle procedure di selezione e fino alla pubblicazione delle graduatorie definitive i concessionari di posteggio che partecipano alle selezioni hanno diritto ad esercitare l’attività sul posteggio medesimo.»

MIRABELLI, TOMASELLI, VALDINOSI, ROSSI Gianluca


Questa la risposta di FIVA: "Ringraziamo tutti i parlamentari che si stanno prodigando e prendendo contezza che si tratta di una proroga scellerata e che hanno capito il disagio delle amministrazioni comunali serie, quelle che hanno presentato i bandi e rispettano la legge, come Milano e le province del Nord, e le camicie fredde, quelli che non sudano mai e non si ricordano che esistono delle leggi". Così Giacomo Errico, presidente di Fiva, l'associazione nazionale degli ambulanti aderente Confcommercio e presidente della milanese Apeca, in merito all'emendamento del senatore Pd Franco Mirabelli riguardo la proroga delle concessioni di commercio su aree pubbliche, a fine dicembre, con il decreto Milleproroghe del Governo che sospende per due anni la direttiva Bolkestein e il rinnovo delle concessioni. "Grazie - ribadisce Errico - a chi ha capito che questa è l'unica salvezza per gli ambulanti e che non può essere messa in discussione da chi ha interessi divergenti dagli interessi veri della categoria. ci auguriamo che Parlamento e Governo si adoperino per abrogare una proroga che rovina 200mila ambulanti", conclude. 

Nascondi modulo commenti

 10000 Caratteri rimanenti

Antispam Aggiorna immagine Case sensitive