Protezione e sostegno dello Stato per i testimoni di Giustizia

pubblicato il .

Intervento in Senato in dichiarazione di voto per il PD sulla legge per la protezione dei testimoni di giustizia (video).

Il Pd vota con convinzione la legge sui testimoni di giustizia, che abbiamo fortemente voluto e che dà un messaggio chiaro al Paese: chi sceglie di mettersi al servizio dello Stato, di essere cittadino fino in fondo deve trovare nello Stato - e lo troverà dopo l'approvazione della legge in esame - un aiuto, un sostegno, un impegno riconoscente verso chi mette a repentaglio la sua sicurezza per combattere il crimine e favorire la legalità.
La sicurezza dei testimoni di giustizia non può e non deve andare a scapito della qualità della loro vita e di quella delle loro famiglie.
Facciamo di tutto perché scegliere di fare il testimone di giustizia non comporti una penalizzazione eccessiva, non voglia dire essere sradicato dal proprio Comune, dalla propria vita e dal proprio ambiente.
Garantiamo reddito, casa, lavoro e soprattutto mettiamo in campo procedure chiare, trasparenti ed efficienti per dare garanzie a chi decide di testimoniare.
Diamo certezza dei tempi.
La legge dà anche strumenti per percorsi personalizzati che tengano conto dei rischi che corre il testimone e del contesto familiare e questo è un altro punto importante perché, in questi anni, troppe persone hanno subito grandi disagi per aver scelto di stare dalla parte dello Stato.
Non deve più succedere e questa legge va nella direzione giusta.
Sostenere i testimoni di giustizia, stabilire - non solo il principio ma soprattutto con misure concrete - che a chi testimonia va riconosciuto il proprio ruolo, il ruolo che ha svolto per sconfiggere le organizzazioni criminali.
Questo è il senso di questa legge.
È una legge costruita in un dialogo tra Parlamento, Commissione Antimafia, associazioni e Governo. Ci tenevamo a terminarne l’iter di questa legge prima della conclusione della legislatura. Con questa legge concludiamo un percorso che, in questa legislatura, ha prodotto uno straordinario numero di norme che hanno migliorato la legislazione antimafia del nostro Paese, dato più forza allo Stato contro le cosche, dato più strumenti alle forze dell’ordine e alla magistratura per combattere le mafie.
Alcuni dei 24 provvedimenti importanti che ha fatto questo Parlamento - come attestano Avviso Pubblico e Libera - vanno dalla riforma dell’articolo 416 ter del Codice Penale riguardante il voto di scambio all’introduzione del reato di autoriciclaggio, alla istituzione degli ecoreati, alla legge sul caporalato, alla legge anticorruzione, fino alla riforma del Codice Antimafia e dei beni confiscati.
Oggi votiamo un provvedimento importante e credo che sia un bel messaggio ancora più forte il fatto che lo voterà tutto il Parlamento perché, tutti insieme, daremo un ulteriore segnale di un impegno comune da parte di tutte le istituzioni di questo Paese contro le mafie e questo è un messaggio che ha attraversato tutta la legislatura.


Nascondi modulo commenti

 10000 Caratteri rimanenti