Cosa dirò domani al gruppo al Senato

pubblicato il .

Nelle nostre discussioni sul voto e su ciò che dobbiamo fare, non dobbiamo perdere di vista che quasi 10milioni di cittadini ci hanno votato. Dovremmo evitare di spiegargli che hanno sbagliato. Abbiamo costruito una proposta politica, non abbiamo vinto come avremmo voluto ma tanti ci hanno creduto e ci credono.
Ora a partire da li dobbiamo pensare a cosa dobbiamo fare per parlare con chi non ci ha sentito, per allargare il consenso e per incontrare chi vuole il cambiamento ma non ci ha considerato credibili per rappresentarlo. Ma soprattutto dobbiamo dimostrare che abbiamo capito il messaggio, che sfidiamo adesso gli altri a fare per chi ha bisogno subito e per riformare la politica.
Basta rincorrere altri, basta stare sulla difensiva, non ne usciamo giocando di rimessa, o riconoscendo al M5S la pretesa davere la presidenza dellle camere ma solo parlando al Paese.
Proponiamo noi come cambiare il finanziamento alla politica e a chi destinare i soldi risparmiati e chiediamo di sostenere il governo per farlo.

Nascondi modulo commenti

 10000 Caratteri rimanenti

Antispam Aggiorna immagine Case sensitive