Le priorità del PD casertano devono essere i cittadini non i consorzi

pubblicato il .

Intervista di Gold Web Tv.

L’Assemblea degli iscritti del Pd casertano è un passo importante. Quando il territorio prende l’iniziativa, esprime orientamenti e rivendica di essere protagonista credo che sia un fatto positivo e qui auspicavo da tempo che avvenisse e oggi succede.
L’approdo è ormai definito: il 20 gennaio ci sarà il congresso provinciale del Partito Democratico casertano.
Quello che si costruirà da oggi al congresso provinciale, spero che sia legato alle richieste espresse in assemblea, a ciò che chiedono i territori e alla valorizzazione dei territori stessi. Spero che questo prevalga su ogni altra logica.
Abbiamo, infatti, bisogno di rimettere il partito a lavorare per dare risposte ai cittadini e non per fare discussioni defatiganti tutte rivolte all’interno e con finalità diverse. Come ho già detto più volte, il compito del partito non è quello di decidere chi deve andare nei consorzi ma provare a creare consenso su un progetto politico che cambi le condizioni di vita delle persone in territori così difficili come quello di Caserta.
Bisogna, quindi, riorientare le iniziative del partito. Qui il PD deve dimostrare ad un pezzo di territorio - dove la politica non si è mai messa al servizio delle persone e non ha mai mostrato di fare interessi diversi dai propri - di costruire un partito che sia in grado ricostruire una credibilità basata sul fatto che la priorità sono i cittadini e non i consorzi.

Nascondi modulo commenti

 10000 Caratteri rimanenti

Antispam Aggiorna immagine Case sensitive