Albertini: vedrete che non si candida

pubblicato il .

Gabriele Albertini in questi giorni sta proiettando la replica di un film già visto. Anche nel 2011 l’ex sindaco si propose come candidato alternativo a Letizia Moratti e al Pdl, distante dalla Lega. Poi quella candidatura, che occupò per settimane le pagine dei giornali, sparì dall’orizzonte e dopo pochi giorni Albertini fu nominato presidente di Edipower, la società produttrice di energia elettrica partecipata da A2A. Che ci sia stato un rapporto stretto tra quella nomina e la rinuncia alla candidatura apparve allora evidente. Il modo in cui Albertini sta presentando la sua candidatura a capo di una lista civica ricorda molto ciò che avvenne nel 2011 quando alla fine rinunciò a correre. Vedremo. Se la conclusione fosse la stessa e la candidatura fosse barattata da Albertini con qualche altra poltrona saremmo di fronte all’ennesima presa in giro ai cittadini lombardi che, ancora una volta, assisterebbero a un episodio di cattiva politica in cui la candidatura viene utilizzata in modo spregiudicato per ottenere vantaggi personali che nulla hanno a che fare con l’interesse dei cittadini lombardi.

Nascondi modulo commenti

 10000 Caratteri rimanenti

Antispam Aggiorna immagine Case sensitive