Grave la vicenda di Siri e l'incoerenza della Lega

pubblicato il .

Intervento in Tv a 7Gold (video).

La vicenda che ha coinvolto il Sottosegretario Siri, se sarà confermata dalle indagini, è pesante. Stiamo parlando di una vicenda che coinvolge anche quello che viene considerato il prestanome del boss Messina Denaro.
Nella vicenda che coinvolge Siri, trovo anche che emergano alcune incoerenze e alcune differenze da parte della Lega.
Quando si è aperta l’inchiesta sulla sanità in Umbria, il PD ha reagito come si doveva, cioè il Presidente della Regione ha dato le dimissioni di fronte ad accuse gravi. Le dimissioni non sono un’ammissione di colpevolezza, sarà poi la magistratura a valutare ma, politicamente, in una Regione in cui la sanità è una parte importante, di fronte ad uno scandalo di questo tipo bisogna trarne le conseguenze.
In quei giorni abbiamo visto Salvini precipitarsi in Umbria a cavalcare lo scandalo.
Ieri, invece, si è aperta un’inchiesta su un Sottosegretario della Lega e improvvisamente si dice che non è un problema, che per Siri garantisce Salvini stesso e, quindi, non ci deve essere alcuna conseguenza politica.
Trovo tutto questo grave.
Giudicheranno poi i cittadini su queste incoerenze da parte della Lega.
Certamente, pur non cavalcando le inchieste giudiziarie, qualche chiarimento politico su questa vicenda noi lo chiediamo perché, dato che il ministro Toninelli ha tolto le deleghe al suo Sottosegretario, è utile che il Governo spieghi. Per questo motivo abbiamo chiesto al Premier Conte di venire in Aula a riferire.

Video dell'intervento»



Nascondi modulo commenti

 10000 Caratteri rimanenti

Antispam Aggiorna immagine Case sensitive