Le legge sulla legittima difesa aumenta l'insicurezza

pubblicato il .

Il Pd ha fatto un’opposizione chiara, netta e motivata alla legge sulla legittima difesa. Un parlamentare dem si è astenuto nel voto sull’articolo 2, con cui si introduce il concetto di turbamento, sul quale concorda anche il Presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati, perché concede ai magistrati maggiore possibilità di intervento, rispetto invece alla propaganda leghista che pretendeva di evitare sempre il processo a chi si difende. Ribadisco che noi siamo contrari a questa legge sbagliata. Non si garantisce più sicurezza ai cittadini con la legittima difesa, dicendo loro: ‘difendetevi da soli’. L’enfatizzazione di questa legge dà il messaggio che lo Stato non è in grado di difendere le persone e ciascuno deve farlo da solo.
Quella sulla legittima difesa è una legge manifesto: lo Stato abdica e affida ai cittadini la difesa, invece di investire sulle forze dell’ordine, sulla video sorveglianza, contro il degrado delle periferie urbane, sulla legalità. Noi siamo contrari e al Senato abbiamo votato contro il provvedimento.

Nascondi modulo commenti

 10000 Caratteri rimanenti

Antispam Aggiorna immagine Case sensitive