MDP se ne frega del Paese

pubblicato il .

Leggo commenti entusiasti da parte di MDP sui sondaggi che danno il Partito Democratico in difficoltà e che già prefigurano dopo Renzi una rinnovata unità del centrosinistra. Capisco! Capisco perché lì si è scelto di scendere in campo contro Renzi e contro il PD e chi se ne frega del Paese!
E fa niente se governeranno Salvini o Di Maio! E fa niente se questo rigurgito contro il male assoluto delle politiche dei Governi guidati dal PD vede protagonisti Sottosegretari della Fornero e Viceministri di Monti improvvisamente convertiti sulla via di Damasco!
Ma pensare che dopo tutto ciò, il giorno dopo le elezioni, chiunque vinca e soprattutto se perde il PD, tutto torni come prima, come se nulla fosse successo, è semplicemente ridicolo.

Il sindaco di Casapesenna non è solo

pubblicato il .

Esprimo solidarietà e comprensione per la scelta, che so essere dolorosa, compiuta da Marcello De Rosa, che ha deciso di dimettersi dalla carica di sindaco di Casapesenna (Caserta).
L’altro giorno, ancora una volta, membri della sua famiglia sono stati pesantemente minacciati e, di fronte a questo nuovo atto, Marcello ha deciso di lasciare l’incarico per tutelare la propria famiglia.
E’ una pessima notizia che testimonia come la presenza della criminalità organizzata in quei territori di frontiera sia tutt’altro che cancellata e come siano proprio i sindaci i più esposti alle intimidazioni, così come è stato per l’aggressione subita dal sindaco di Castel Volturno e le minacce ricevute dal sindaco di Marcianise.
Insieme alle istituzioni, che già stanno facendo molto per garantire la sicurezza del sindaco di Casapesenna e della sua famiglia anche la politica nei prossimi giorni dovrà provare a creare le condizioni per rassicurare De Rosa che non è isolato e convincerlo ad andare avanti.

Legalità per la Lombardia di domani

pubblicato il .

Intervento svolto al Tavolo Legalità dell'incontro "Lombardia Domani" per la costruzione del programma del PD per le elezioni regionali (video).

Dovremmo rivendicare maggiormente il lavoro fatto nel corso di questa legislatura per la legalità e il contrasto alle mafie, che viene riconosciuto da tutte le associazioni del settore.
Senza dimenticare che lavora anche molto bene la Direzione Nazionale Antimafia: dobbiamo, infatti, ricordare che le forze dell’ordine, recentemente, sono andate ad arrestare i boss dell’ndrangheta a San Luca, nelle loro case, sui loro territori, da sempre considerati invalicabili.

Venendo alle proposte per il governo di Regione Lombardia in materia di legalità, innanzitutto, va considerato che l’evoluzione delle mafie al Nord ha cambiato radicalmente il rapporto tra la criminalità organizzata e le professioni e l’impresa. I magistrati hanno spiegato che quando gli imprenditori vengono interrogati perché scoperti ad avere un rapporto con la ‘ndrangheta ci si trova di fronte ad omertà o ad una non comprensione del fatto che a fronte di un apparente vantaggio immediato che arriva all’azienda poi, comunque, si crea una permeabilità dell’impresa oltre che un problema sociale molto serio. Tutto ciò è sempre più diffuso sui nostri territori, come mostrano anche le inchieste.

Provincia di Caserta: niente deleghe al PD

pubblicato il .

In queste settimane il Partito Democratico di Caserta e lo stesso centrosinistra hanno condiviso la scelta di non assumere ruoli di gestione, quindi deleghe, nel governo della Provincia.
Abbiamo proposto un progetto con la candidatura di Carlo Marino, abbiamo perso, ora tocca a Magliocca assumersi tutte le responsabilità di governo. Noi continueremo a lavorare per quel progetto insieme al sindaco di Caserta.
Noi giudicheremo le proposte e gli atti della nuova amministrazione e quando li considereremo utili per i cittadini casertani non faremo mancare il nostro sostegno nella chiarezza dei ruoli.
Trasformismi e trasversalismi non hanno mai fatto bene alla politica e ancor meno alla Provincia di Caserta. Per questo nessuno a nome e per conto del PD potrà assumere deleghe di governo da Magliocca.