Il lavoro come priorità

pubblicato il .

Il lavoro è stato una priorità di questa legislatura e continuerà ad esserlo anche nella prossima. In questi anni abbiamo fatto molto per garantire più lavoro per il nostro Paese perché ce n’era bisogno ed abbiamo fatto tanto anche affinché il lavoro fosse di qualità.
C’è sicuramente ancora molto da fare: i dati macroeconomici, pur positivi, non sono sufficienti a garantire benessere a tutti, così come non lo è il milione di posti di lavoro in più che abbiamo ottenuto mettendo in campo politiche di sostegno alle imprese e Jobs Act o la diminuzione della disoccupazione ma abbiamo fatto dei passi avanti importanti e dobbiamo proseguire su questa strada.
Le cose fatte ci danno la credibilità di una forza che ha saputo mettere in campo risorse per realizzare più posti di lavoro e dare dal Governo il messaggio di essere capaci di non chiacchierare sulla precarietà ma di agire concretamente per contrastarla.
Anche il Jobs Act va in questa direzione: ha creato 650mila posti di lavoro stabili e le detrazioni per chi assume a tempo indeterminato saranno una nostra proposta anche per il futuro.

Nessun inciucio con Forza Italia, differenze evidenti

pubblicato il .

Intervento ad Omnibus su La7 (video).

Non credo che ci siano segnali di inciucio tra PD e Forza Italia guardando le liste del PD.
Nelle liste del PD ci sono anche persone che in questi anni hanno lavorato con il PD, ex parlamentari che hanno fatto parte della maggioranza di Governo e scoprire ora che venivano da altre esperienze politiche non può essere letto come un segnale di inciucio rispetto al futuro.
Oggi Forza Italia sono nostri avversari politici.
Il PD si candida con una coalizione per vincere le elezioni e speriamo di ottenere i numeri in Parlamento per governare.

Orgoglio per le cose fatte e fiducia per costruire il futuro

pubblicato il .

Intervento svolto al Circolo PD di Bresso per l'avvio della campagna elettorale.

Ci sono diversi modi di fare campagna elettorale.
Uno è quello di guardare al contingente, spesso insistendo sulla pancia delle persone per ottenere un risultato.
Sono molte le forze politiche che adottano questo metodo.
Sono coloro che fanno promesse assolutamente irrealizzabili o non praticabili per il contesto in cui ci troviamo (quello del debito pubblico dell’Italia ad esempio).
Ma sono anche coloro che promettono cose che il PD ha già realizzato in questi anni di Governo, come ad esempio Berlusconi che propone detrazioni fiscali per chi assume lavoratori a tempo indeterminato o il modello 730 semplificato, entrambi già esistenti.
Oppure sono coloro che arrivano anche a giustificare - o peggio ad alimentare - episodi come quello avvenuto a Macerata.
Ci sono, infatti, forze politiche che continuano a spiegare che il Paese vive un declino inarrestabile e che siamo invasi dai migranti, speculando sulle paure dei cittadini, e che questa invasione giustifica chi va in giro a sparare, mentre in realtà gli sbarchi sono diminuiti del 36%.

La propaganda della destra è pericolosa per la convivenza civile

pubblicato il .

Dire come fa Salvini che se un fascista esce di casa e spara a sei persone di colore, terrorizzando per ore una città, la colpa è del Governo (tralascio l’elenco assurdo dei motivi su cui fonda questa idiozia), significa giustificare la violenza e un criminale. Serve altro per spiegare quanto sia pericoloso per la convivenza civile e quanto sia irresponsabile la propaganda della destra?